Tag: <span>paolo scroccaro</span>


Si legge in circa:
3 minuti

Una recensione di Paolo Scroccaro, noto esponente della Decrescita italiana e membro dell’Associazione Ecofilosofica, dell’ultimo libro di Vandana Shiva dal titolo “Dall’avidità alla cura. La rivoluzione necessaria per un’economia sostenibile” (EMI 2022), permette alcune considerazioni sul rapporto dell’autrice evidentemente problematico con la questione animale.
Scroccaro analizza nel dettaglio le proposte di Vandana Shiva in relazione ai concetti di “economia della cura” e di “prosperità senza crescita”, evidenziando alcuni aspetti indubbiamente positivi, ma sottolineandone molti altri chiaramente negativi e inaccettabili. Essendo il ventaglio degli argomenti esposti molto ampio, Veganzetta – come sempre – si concentra sugli aspetti che riguardano direttamente la condizione degli Animali, e sotto questo punto di vista il libro di Vandana Shiva non solo delude, ma preoccupa non poco.

Animalismo Decrescita


Si legge in circa:
2 minuti

Un articolo interessante a cura di Paolo Scroccaro pubblicato sul Quaderno di Ecofilosofia n. 41 – settembre/ottobre 2017 edito dall’Associazione Ecofilosofica, che tratta un argomento che sicuramente dovrà essere approfondito.


A proposito di carote, pietre, lombrichi e animali…

Paolo Scroccaro risponde a due obiezioni di segno opposto: alcuni dicono che dobbiamo occuparci solo degli animali, in quanto esseri senzienti simili a noi; di contro, altri sostengono che anche i vegetali soffrono, per cui non ci sarebbe via di scampo dal dolore e dalla violenza… [estratto da una animata e interessante discussione su www.veganzetta.org]

Animalismo Antispecismo Veganismo


Si legge in circa:
8 minuti

Il caso della Superstrada Pedemontana Veneta

Di solito, la preoccupazione per gli impatti delle grandi opere è finalizzata al mondo umano: questo è il motivo di fondo per cui gli ambienti animalisti trascurano il problema o comunque lo pongono in secondo o terzo piano, come se non li riguardasse più di tanto. Così facendo, si trascura il dato di gran lunga più importante e significativo: l’aggressione spietata delle grandi opere colpisce in primo luogo gli Animali, gli ecosistemi e i loro innumerevoli abitatori non umani (che da esse, per giunta, non possono trarre alcun vantaggio); ciò vale in particolar modo per le grandi arterie stradali e dunque anche per la Superstrada Pedemontana Veneta (SPV).

Animalismo Notizie