Tag: National Geographic



Tempo di lettura stimato: 7 minuti

Cold climate farming in Alaska

Ashley Capps in un articolo per il sito Free from arm, propone considerazioni e informazioni sulla coltivazione dei vegetali in serra, come alternative allo sfruttamento degli Animali per la produzione di cibo. L’argomento è di sicuro molto stimolante, sebbene le soluzioni proposte in alternativa al cosiddetto ciclo della carne, rappresentano pur sempre un pesante e inaccettabile intervento sviluppista e invasivo a danno dell’ambiente e dei viventi in generale e risultano dunque non in linea con il pensiero antispecista e non condivisibili.

Notizie dal mondo Veganismo



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Brent Stirton - periferia di Guangzhou, Cina: Pangolino che cerca di sfuggire al macellaio - WPP 2020 Natura, Storie, 2° premio

Quando Brent Stirton realizzò il suo reportage tra Cina e Africa sul Pangolino, aveva in mente solo parzialmente l’idea di parlare anche di una possibile zoonosi di Coronavirus. Principalmente era infatti interessato a mostrare il terribile declino di questa specie animale a causa del consumo alimentare e della crescente richiesta per la medicina tradizionale. Ora che il World Press Photo 2020 ha premiato Stirton con il secondo premio della sezione Nature, questa fotografia è diventata un simbolo non solo della strage dei Pangolini, ma anche della pandemia che ci ha travolto.

Animalismo Notizie dal mondo Storie



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il titolo che ho scelto per questa fotografia, scattata da Randy Olson per il National Geographic, forse sarebbe piaciuto a David Foster Wallace. “Mangiare Coccodrilli alla sfilata di moda”. Purtroppo però non si tratta di narrativa, ma di qualcosa che realmente accade alle sfilate che si tengono nei centri commerciali di fascia alta a Guangzhou, in Cina. I due Coccodrilli sono appena stati tolti dalla teca, dove vivevano reclusi e lasciati sul pavimento in attesa di essere uccisi. Saranno cucinati per la cena che si terrà dopo il fashion show.

Animalismo Notizie dal mondo



Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Questa fotografia (che fa parte della serie di fotografie vincitrici del World Press Photo 2019 nella sezione Nature – Storie) è stata scattata il 26 maggio del 2017 a Ulan Bator, in Mongolia e ci mostra un Umano che depone a terra dei Falchi morti. Sullo sfondo un cavo elettrico traccia una linea parallela all’orizzonte. Il cavo non è ritratto nella fotografia per caso.

Animalismo Notizie Notizie dal mondo Storie