Coop e la campagna contro la violenza sulle donne


Si legge in circa:
< 1 minuto

Confezione latte vaccino con pubblicità coop contro la violenza sulle donne - Mucche sfruttate per il latte

Di seguito un post pubblicato sulla pagina facebook Basta delfinari in data 9 novembre 2022.


Coop aderisce alla campagna contro la violenza sulle donne, e lo fa personalizzando alcuni prodotti e scrivendo su confezioni e scontrini il numero del centro antiviolenza (1522).
Ironia della sorte, il lancio dell’iniziativa comincia con la personalizzazione delle confezioni di latte, prodotto che di violenza sul sesso femminile è maestro.
Le mucche detenute per la produzione del latte sono costrette a gravidanze continue affinché possano avere sempre le mammelle piene. Ma madre e figlio vengono separati subito dopo la nascita, perché il prezioso latte possa essere estratto dalle macchine mungitrici e immesso sul mercato.
No gravidanza, no latte.
La separazione è straziante, mucca e vitello continueranno a cercarsi per giorni, tra grida di una e pianto disperato dell’altro.
Ai vitelli non tocca sorte migliore: se femmine, sono destinate alla stessa triste sorte della madre, mentre i maschi vengono nutriti artificialmente per qualche settimana e poi condotti al macello.
Ecco perché parlare di campagna contro la violenza sulle donne attraverso la vendita di latte è ipocrita e irriguardoso, o forse più semplicemente menefreghista.
Uno schiaffo alla sofferenza di femmine che, al pari di tutti gli altri esseri viventi, hanno diritto al rispetto e alla libertà.
Lontano da ogni tipo di violenza.

2 Commenti
  1. Claudio ha scritto:

    E’ la giornata contro la violenza sulle donne, tutto perfettamente in regola nel mondo dei paradossi e della mistificazione, tutto perfettamente coerente con la mentalità specista.
    Più arduo sarebbe stato schierarsi contro il femminicidio o la violenza di genere.

    24 Novembre, 2022
    Rispondi
    • Veganzetta ha scritto:

      La stessa mentalità specista che porta ai paradossi e alle mistificazioni riscontrabili nei vari comitati istituiti per contrastare l’apertura di allevamenti di Animali o il loro ampliamento (sotto casa), salvo poi mangiarseli a pranzo o a cena.

      25 Novembre, 2022
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *