Categoria: <span>Notizie dal mondo</span>




Si legge in circa:
3 minuti

Murale omaggio a Barry Horne

5 novembre 2020. Sono passati 19 anni dalla morte di Barry Horne. Ma vale sempre la pena di raccontare la sua storia.

Nato a Northampton (GB) il 17 marzo 1952. Anarchico. Attivista vegan, animalista e militante dell’A.L.F.
Morto nel 2001 per complicazioni causate dall’ennesimo sciopero della fame per obbligare il governo britannico ad avviare un’indagine pubblica sulla sperimentazione animale, Horne è una delle figure simbolo della lotta per la liberazione animale.

Animalismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo




Si legge in circa:
< 1 minuto

Variante dell'illustrazione "Space dog" di Simona DimitriSessantatre anni fa (il 3 novembre 1957) una cagnolina randagia raccolta dalla strada e  chiamata Laika, veniva lanciata nello spazio a bordo della navicella spaziale Sputnik II, dove moriva in assoluta solitudine dentro il minuscolo abitacolo.
Anche quest’anno Veganzetta vuole ricordarla in quanto vittima di una terribile ingiustizia.

Animalismo Antispecismo Notizie dal mondo




Si legge in circa:
2 minuti

World Vegan Day 2020

Oggi 1° novembre 2020 si festeggia il World Vegan Day istituito nel 1994 da Louise Wallis, allora presidente della The Vegan Society (la prima associazione vegana del mondo), per commemorare la nascita dell’associazione creata da Donald Watson nel 1944.

La ricorrenza quest’anno assume un significato particolare, a causa della pandemia da COVID-19 tutt’ora in corso e evidentemente scatenata dalle attività di devastazione dell’ambiente e di sfruttamento degli Animali e dei viventi in generale ad opera della nostra specie, sfruttamento contro il quale il veganismo si batte sin dalla sua nascita.

Appuntamenti Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo Veganismo




Si legge in circa:
3 minuti

L’Europarlamento ha salvato il veggie burger. Nessuno degli emendamenti che intendevano limitare l’uso delle denominazioni di carne ai soli prodotti di origine animale è stato approvato. Resta lo status quo, con la possibilità di utilizzare termini come mortadella, salsiccia o hamburger per prodotti con ingredienti integralmente vegetali.
Sì all’hamburger vegano, dunque: può essere definito un hamburger. Sono stati bocciati gli emendamenti alla Politica Agricola Comune (PAC) che avrebbero proposto di vietare la definizione «carne» per i prodotti alimentari di origine vegetale, mettendo fine ad una battaglia furiosa tra le parti interessate nelle ultime settimane.

Così viene riportato in uno dei numerossissimi articoli pubblicati in questi giorni dalle testate giornalistiche a proposito della conclusione della diatriba sul nome di alcuni prodotti alimentari a base vegetale. La contesa sul cosiddetto “veggie burger” era arrivata fino all’Europarlamento a causa di quattro emendamenti presentati da Copa-Cogeca1 (un’enorme e potente lobby che tutela gli interessi dell’agrobusiness, ma soprattutto della zootecnia europea) con i quali si chiedeva che fosse impedito l’uso di termini riconducibili a prodotti alimentari a base di carne, in prodotti che invece sono a base vegetale. In soldoni: gli allevatori europei si ribellavano contro gli hamburger vegetali.

Notizie Notizie dal mondo Veganismo