Una storia di Laika in tre minuti


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

laika-simona-dimitri

Chi conosce Veganzetta sa quanto sia importante la tragica storia della cagnetta Laika (1957).
Sulla sua vicenda sono numerosissimi i contributi: libri, opere grafiche, poesie, video, musica.
Questa volta si propone una bellissima illustrazione di Simona Dimitri (grazie di cuore!) accompagnata da un video musicale.

Artista: Trentemøller
Titolo: Moan
Mix: Trentemøller Vocal Remix Video Edit
Voce: Ane Trolle
Etichetta: Poker Flat Recordings
Direzione video: Niels Gråbøl & Ulrik Crone
Durata: 03:33 min.
Version e originale nell’album: “The Last Resort” (2006)
Altre info: girato nel gennaio 2007 a Mosca a una temperatura di -25 gradi.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/NrrOE

4 Commenti

  1. simona ha scritto:

    …grazie infinite a te, e agli autori dello splendido (e terribile) video, che arrivano a toccare nel profondo con una delicatezza infinita

    24 Aprile, 2016
    Rispondi
  2. Paola Re ha scritto:

    E’ andata proprio così, se non peggio.
    Ho sempre sperato che fosse morta di infarto dopo pochi minuti.

    24 Aprile, 2016
    Rispondi
  3. Walter ha scritto:

    Per nessun progresso (ma quale poi) vale il prezzo pagato da Laika. Mi vergogno di essere umano, anche perché sono anch’io del 1957. Da quando sono sono nato tanti sono stati i passi, all’indietro però.

    Non perdonarci Laika, se puoi faccela pagare.

    Chi vuole sperimentare faccia pure, su se stesso o sui propri figli però.

    27 Aprile, 2016
    Rispondi
  4. Mario Bonica ha scritto:

    Mi preme ricordare a proposito di Laika la recente pubblicazione del libro di Randagio Clandestino STORIA DI LAIKA CHE DIVENTO’ UNA STELLA, per le edizioni Algra di Catania (www.algraeditore.it), di cui ho già dato notizia alla redazione. Il libro è attualmente disponibile su IBS e Amazon e sul sito dell’editore.
    La dedica ad Annamaria Ortese, con la citazione del brano tratto da “Corpo Celeste”:

    – Sogno la resurrezione dei Padri morti, di tutti i morti nell’ingiustizia. Penso talora, è strano, anche a Laika, la cagnetta che fu mandata, dicono, nello Spazio Esterno (definizione di Milton per gli abissi senza speranza che circondano l’Universo), e che forse avrà chiamato infinitamente gli umani. Vorrei gridare: Laika! Siamo qui! Ti amiamo! Torna indietro, Laika!… ”
    (Annamaria Ortese)

    28 Aprile, 2016
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *