Tag: <span>religioni</span>



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Gadhimai Mela
Nel 1979 feci un viaggio in India, Kashmir, Shri Lanka e Nepal. Non era bastato vedere i lebbrosi che bussavano alle finestre del bus con l’aria condizionata – come essere rinchiusi in una bolla di sapone occidentale – e provare la vergogna di aver avuto la fortuna di nascere in un’area del mondo diversa, ma arrivando a Kathmandu la sorpresa fu totale. Mentre esploravo quella città dalla bellezza barbarica, differente da tutte le città che avevo visitato nei miei viaggi, piena di Flower People americani, mi accorsi con sgomento che davanti ai templi erano depositate teste mozzate di Animali. L’orrore fu grande. Non capivo: credevo che le religioni nepalesi fossero il buddismo e l’induismo con una minoranza sparuta di seguaci dell’Islam e mi trovavo davanti a qualcosa di orrido, di impensabile. Rimasi senza parole. E il mio viaggio fu avvelenato da quelle turpi immagini.

Animalismo Lettere dai lettori Notizie dal mondo



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Gadhimai animal sacrifice festival in Bariyarpur

Che la religione sia uno dei cardini dello specismo, del concetto gerarchico della società umana del dominio, è cosa nota. In nome della religione l’Umano è capace di compiere i crimini più efferati senza doverne sopportare il peso morale. Il festival dedicato alla dea Gadhimai che si svolge per due giorni (in questo fine settimana) ogni cinque anni in Nepal, è forse uno degli esempi più atroci di quanto la religione possa causare spargimenti di sangue di una moltitudine di Animali innocenti, ad opera di gente comune che percepisce questo assurdo massacro come un “carnevale”. 

Animalismo Notizie Notizie dal mondo