E’ tempo di Pasqua…

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Un brano di Anna Maria Ortese sulla tragedia delle stragi di agnelli per la Pasqua suggerito da Paola Re.

E’ tempo di Pasqua. Tutti e due, donna in calzoni e piccino di tre anni, molto delicato, sono in negozio di macellaio. La giovane al banco (molto lucido e festoso) ritira un pacco avvolto in carta azzurrina, e paga, ed è in attesa del resto. Il bambino cammina muto e appresso sotto una serie di corpi squarciati. Chissà che pensa. Eccolo di fronte a un agnello morto, il capino sanguinante. Si gira un momento a guardare la madre – non teme altro – e allunga fuori dalla tasca una mano impercettibile, a sfiorare e soffermarsi sul corpo piccino. “Ca-ro” dice “Ca-ro” e poi non dice più niente. Non ho idea di come crescerà quel bambino – e se a Pasqua riconoscerà e respingerà la sua porzione di fratello – ma dico che, se la madre si fosse voltata e avesse capito – ma non è stata questione di tempo, mai le donne si voltano e capiscono prontamente – forse quel bambino sarebbe rimasto per tutta la vita, piccolo e segreto, cioè vero; non si sarebbe gettato a creare un paese di forme tutte esterne, volgari, inutili. Tale è la nostra vita, infatti, a furia di respingere il piccolo e il segreto. E come tale, tagliata fuori dalla crescita spirituale – che non è detto vittoriosa, ma non importa – e la vera storia e la vera crescita – del mondo maggiore a cui apparteniamo ma immobilmente, senza reale mutamento. Ed è solo questo l’inferno.

Anna Maria Ortese, Le piccole persone, Piccola Biblioteca Adelphi, 2016, p. 57.

0
Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/uGZ6L

2 Commenti

  1. Avatar laura ha scritto:

    Non ci sono parole per questo abominio o massacro di creature innocenti!!!!!!! e’ tutto così incomprensibile per una come me, che adoro la natura e tutti gli animali di cui fa parte!!!! li amo tutti dal topo agli insetti!! tutti, addirittura mi sento in colpa quando uccido una zanzara….. come faccio a capire certe carognate, cattiverie inflitte a certi poveri animaletti!!!!! sto solo tanto male!!!!

    22 Aprile, 2019
    Rispondi
  2. Avatar Paolo ha scritto:

    L’unica speranza rimane un asteroide alla Lars von Trier, ma selettivo. Lasciamo il pianeta agli altri esseri meno intelligenti ma anche più degni.

    28 Aprile, 2019
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio di notifica dei commenti: Seleziona di seguito se vuoi ricevere un avviso via email per ogni nuovo commento al testo, o per eventuali risposte a un tuo commento. In questo modo potrai agevolmente seguire la discussione senza dover tornare a far visita al sito web. Una volta effettuata l'iscrizione, potrai gestirla (modificandola o cancellandola) visitando la pagina ISCRIZIONE AI COMMENTI e seguendo le istruzioni