Tag: <span>torino</span>


Si legge in circa:
< 1 minuto

Le sabotatrici dell'ordine

Proposta di letture per l’estate: la plant-zine “Le sabotatrici dell’ordine”.


«Le sabotatrici dell’ordine è una raccolta di storie che nasce dal vagabondare sul e nel Parco Michelotti (Torino), dal desiderio di esplorare l’esistenza  multi-specie e indecorosa delle piante che si affermano tra spazi inosservati della città, e dalla volontà di riscoprire la forza politica delle parole.
Abbiamo allora provato a vivere il disordine, con la complessità dei corpi, dei luoghi e dei tempi,
abitando l’incompletezza generativa della realtà socio-ecologica.
Le sabotatrici dell’ordine è dunque un impegno a stare e a perdersi nel presente, è un testo, intenzionalmente inconcluso, è uno spazio da attraversare dove muoversi e fermarsi liberamente, uscendo dagli itinerari classici della lettura».

Antispecismo


Si legge in circa:
2 minuti

Pubblicità antispecista "40.000 al secondo" di Ca divulgata da Progetto Vivere Vegan

Grazie al gran lavoro svolto da Progetto Vivere Vegan e alla donazione di una persona umana che ha contribuito alla copertura dei costi, dal mese di giugno parte una massiccia campagna di affissioni della pubblicità antispecista “40.000 al secondo” di Campagne per gli animali, che interesserà le maggiori città italiane. Di seguito il comunicato ufficiale di PVV a cui va il sentito ringraziamento di Campagne per gli animali e di Veganzetta


Manifesti animalisti in tutta Italia – giugno 2020

In questo mese di giugno, con il progetto Comunichiamolo, Progetto Vivere Vegan affiggerà mega manifesti con un messaggio animalista in molte città italiane. Sarà la campagna “40.000 al secondo” – ideata da Campagne per gli Animali – a veicolare questo nostro messaggio in favore degli Animali.

Antispecismo Appuntamenti Media Notizie sull'attivismo Veganismo


Si legge in circa:
4 minuti

parco-michelotti
Nicola Zengiaro invia questa sua lettera che racconta della vergogna della proposta di riapertura dello zoo di Torino nell’area del Parco Michelotti.
Buona lettura e buona riflessione.


La vicenda del Parco Michelotti calpesta la democrazia e sommerge i torinesi in un nuovo medioevo culturale

Maurizio Trombotto, presidente della VI Commissione Consiliare di Torino, il 9 Gennaio 2015, informa la commissione che nell’interesse per la gestione del parco c’era la contesa tra Decathlon e Zoom, ma nel bando quest’ultimo solamente si presenta come unico soggetto partecipante, con un punteggio ottenuto lunedì 21 Dicembre appena sufficiente. Tutto ciò avviene nonostante l’assessore allo sviluppo Enzo Lavolta avesse dichiarato che il parco sarebbe diventato pubblico e non ci sarebbero più stati animali dopo la chiusura dello zoo precedente. Falsato dall’annuncio del progetto che prevede che non ci siano spazi liberamente accessibili al pubblico, ma esclusivamente a pagamento in quanto la concessione verrà data per valorizzazione, cioè ne prenderà possesso chiunque faccia la migliore offerta economica. Questo avviene tramite la privazione di un bene comune alla cittadinanza, escludendone il libero accesso.1

Animalismo Lettere da chi legge Veganzetta Notizie


Si legge in circa:
< 1 minuto

veganzetta-in-vetrina

Mercoledì 22 aprile è stata una bella giornata di sole a Firenze, in pieno centro storico nel pomeriggio si è svolta la presentazione del libro “Proposte per un Manifesto antispecista” con dibattito a seguire e distribuzione della Veganzetta cartacea. Incontrarsi di persona, conoscersi, confrontarsi, è la cosa migliore che si possa fare: in pochi attimi – guardandosi negli occhi – ci si può intendere in un modo che nessun altro mezzo di comunicazione può eguagliare.

Antispecismo Appuntamenti