Tag: <span>proteste animaliste</span>


Si legge in circa:
3 minuti

Murale omaggio a Barry Horne

5 novembre 2020. Sono passati 19 anni dalla morte di Barry Horne. Ma vale sempre la pena di raccontare la sua storia.

Nato a Northampton (GB) il 17 marzo 1952. Anarchico. Attivista vegan, animalista e militante dell’A.L.F.
Morto nel 2001 per complicazioni causate dall’ennesimo sciopero della fame per obbligare il governo britannico ad avviare un’indagine pubblica sulla sperimentazione animale, Horne è una delle figure simbolo della lotta per la liberazione animale.

Animalismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo


Si legge in circa:
8 minuti

Fonte: Laboratorio Antispecista

Dal 10 Luglio Palermo ospita la mostra di Hermann Nitsch, “Das Orgien Mysterien Theater”, tanto discussa che ne avrete senza dubbio sentito parlare per via della petizione lanciata per impedirne lo svolgimento e la contropetizione mirata invece a permetterlo.

A pochi giorni dalla sua inaugurazione e non prima per scelta precisa, crediamo sia giunto il momento di esprimersi sull’argomento, perché in effetti le dinamiche che questo evento ha innescato sono senza dubbio interessanti.

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo


Si legge in circa:
5 minuti

nomattatoio

Sabato 28 febbraio si è tenuto a Roma il terzo presidio davanti al mattatoio di Viale Palmiro Togliatti.
Anche questa volta, come le precedenti, è stato molto partecipato: presenti più di cento persone, di tutte le età, compresa una bambina accompagnata dalla madre, orgogliosa di manifestare in difesa degli Animali; e anche questa volta l’esito è stato positivo: tanti i passanti che si sono fermati a leggere i cartelli, che hanno preso i volantini, che hanno annuito con gli occhi bassi in segno di approvazione della nostra protesta. La soddisfazione più grande è quando qualcuna/o che si trova a passare di lì per caso si ferma e decide di unirsi al presidio. È già successo e si spera che succederà ancora.

Animalismo Notizie Notizie sull'attivismo Veganismo


Si legge in circa:
4 minuti

banner_closing

La Campagna SHAC (Stop Huntingdon Animal Cruelty) chiude. Questo è il comunicato che di recente è comparso nella home page del sito web ufficiale, e che si può leggere di seguito tradotto in italiano da Silvia Pepe per Veganzetta.

SHAC è stata realmente una delle campagne di pressione e protesta animalista più importanti al mondo: le attività contro la Huntingdon Life Sciences, una multinazionale responsabile della tortura e della morte di milioni di Animali sottoposti a crudeli test, sono state tante e tali da scatenare una pesante reazione soprattutto da parte del Governo inglese che ha ripetutamente colpito negli anni, con chiaro intento persecutorio e mediante leggi speciali liberticide,  attiviste e attivisti costretti a subire numerosi processi civili e penali, restrizioni, perquisizioni, pene pecuniarie e condanne detentive. Alcune informazioni sulla vicenda possono essere reperite al sito web shacmadehistory.noblogs.org 

Animalismo Antispecismo Notizie Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo