Tag: <span>maiali</span>




Si legge in circa:
4 minuti

Poliziotti raffigurati come Maiali videoclip Gianna Nannini

Da vittima a carnefice, l’Animale è usato per l’ennesima volta come specchio delle miserie umane.
Adesso è il turno di un’artista che si è sempre dichiarata anticonformista, contro corrente e ora anche ambientalista, e addirittura anticapitalista e anticonsumista (per quanto lo possa essere una rockstar milionaria e mainstream). Nel video dell’ultimo brano di Gianna Nannini – L’aria sta finendo1, animazione al rotoscopio che si deve allo sforzo demiurgico del videomaker Luca Lumaca – i Maiali sostituiscono un’umanità violenta, razzista, ributtante e colpevole: presi a simbolo da Nannini, novella fustigatrice di comportamenti distruttivi che tutti denunciano e che però nessuno vuole cambiare, di «forme di potere degenerate e non umane».

Animalismo Antispecismo Musica Notizie




Si legge in circa:
20 minuti

Si riporta un testo del 2004 di David Nibert e Bill Winders (tradotto in italiano e pubblicato da Vocisinistre.com) che analizza la relazione diretta tra le politiche economiche relative al settore agroalimentare dei governi statunitensi dal secondo dopoguerra in poi, e l’aumento dello sfruttamento degli Animali.


Consumare il surplus: estendere il consumo di “carne” e l’oppressione animale

Abbiamo tradotto questo lavoro di David Nibert (Dipartimento di Sociologia, Wittenberg University) e Bill Winders (Scuola di Storia, Tecnologia e Società, Georgia Institute of Technology) pubblicato diversi anni fa sull’International Journal of Sociology and Social Policy. Il testo ricostruisce storicamente il legame tra il sempre crescente sfruttamento animale e le politiche economiche dei governi statunitensi dal New Deal in poi. Un lavoro estremamente importante per comprendere la fitta trama di interessi che si cela dietro lo sfruttamento degli animali non umani e per articolare una controffensiva efficace alle azioni di un Capitale che fagocita umani, non umani e la natura intera.

Animalismo Notizie dal mondo Veganismo




Si legge in circa:
3 minuti

from-israelpeppa-pig-offerta

Una fotografia divulgata in rete da PressTv intitolata “From Israel with love” ritrae una bambina sorridente che firma con il pennarello la testata di un missile destinato a essere sparato su Gaza dall’esercito israeliano (la fotografia è stata scattata durante l’ultima recente crisi israelo-palestinese). Un’altra fotografia che circola nel mare magnum del web ritrae invece il corpo di un maialino da latte esposto nel banco frigo di una macelleria con sotto il cartello “Offertissima Peppa Pig euro 18,90 kg”.
Molte persone umane avranno da obiettare che le due fotografie ritraggono situazioni che non hanno una relazione tra di loro, o che la morte di un maialino è ben poca cosa a confronto della morte di migliaia di Umani, bambini compresi. Il problema non è qualitativo o quantitativo, ma squisitamente concettuale: viviamo in una società che mira a desensibilizzare i giovani Umani alla violenza, contribuendo massicciamente e sistematicamente a formare gli adulti spietati del futuro.

Antispecismo Notizie