Tag: illustrazioni animaliste



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Faraona
Con molto piacere si comunica la notizia della mostra “Unheard” di Emy Guerra, illustratrice di Veganzetta, che si terrà presso il Circolo Bazura in via Belfiore 1 a Torino dal 4 all’11 febbraio 2015. Tra le opere esposte vi saranno anche alcune illustrazioni di Emy create appositamente per Veganzetta cartacea.

Una mostra da non perdere.

UNHEARD

Sguardi terrorizzati, urla strazianti, movimenti stereotipati innaturali…
Spesso non prestiamo attenzione volutamente per non sentire, per non vedere le manifestazioni di terrore, sofferenza, esaurimento che gli Animali non umani costretti in cattività ci comunicano.

Appuntamenti ArteVeganzetta



Tempo di lettura stimato: 3 minuti
miren-leyzaola
Miren Leyzaola

Nasce in Messico e all’età di tre anni si trasferisce in Spagna.

Studia arti dello spettacolo e recitazione disegnando solo come hobby fino a quando, dopo aver studiato illustrazione e disegno, quest’ultimi diventano la sua professione.

Sceglie di rappresentarsi in un logo che esprime la sua unione spirituale con la figura del Lupo: due impronte sovrapposte, una umana e una di Lupo, che diventano il simbolo della sua anima e del rispetto che prova per gli Animali.

ArteVeganzetta



Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

lontanodallapaura

Daniela Martino, la voce ufficiale di Veganzetta ha voluto fare un regalo a tutte le persone che ci seguono, e ha pensato di leggere per intero il racconto “Lontano dalla paura” tratto dal libro “Fuoco sulla collina. Piccolo viaggio nei mondi di Ivan Graziani” di Yuri Bautta con le illustrazioni di Adriano Fragano. 

Animalismo Media Notizie



Tempo di lettura stimato: 6 minuti

lontanodallapaura

Tratto da libro: Fuoco sulla collina: piccolo viaggio nei mondi di Ivan Graziani
Autore: Yuri Bautta
illustrazioni: Adriano Fragano
180 pagine
Amazon 2014

Lontano dalla paura

“…uomo forte e intelligente,
dimmi, che cos’è questa follia?”

Il cinghiale Miguel distese le ali e planò dolcemente, spingendo lo sguardo oltre l’orizzonte di dune rosse infuocate del deserto di Sahara; il vento tra le grandi penne gli diede un brivido di sabbia rovente. Miguel in quel momento si sentì, lui stesso, deserto di Sahara. Un istante dopo era diventato una distesa infinita di colline color del tramonto. Mosse con voluttà un’immensa duna scoprendo alla luce il letto di un fiume dimenticato; gli parve allora di conoscere intimamente ogni proprio granello di sabbia. Non era mai stato, prima, un deserto africano e la novità lo fece sorridere di gioia.
Sotto il sole del pomeriggio avanzato avvertì il formicolio di passi leggeri: prima che scendesse la notte, un geco del deserto correva sul deserto-Miguel, con due zampe alla volta, verso la tana. Il cinghiale Miguel decise allora di diventare quel geco e subito cominciò a zampettare sulle dita palmate, tra gli sbuffi di sabbia. Camminando senza meta verso il sole calante, il geco-Miguel si accorse che un tramonto non gli era mai parso bello come quello che si accendeva davanti a lui, appena sopra le dune.
Desiderare di essere il sole e diventarlo fu questione di un momento.  

Animalismo Notizie Veganismo