Tag: <span>equal rights forlì</span>



Tempo di lettura stimato: < 1 minuto MARTEDI’ 16 APRILE presso la Caffetteria “Dell’Amore”, P.le Foro Boario 13, Forlì serata a cura di EQUAL RIGHTS FORLI’ ore 19 – Aperitivo/Buffet Vegan. ore 20 – OLTRE L’ANTIFASCISMO Come il fascismo discrimina…

Antispecismo Appuntamenti Notizie



Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Riceviamo e pubblichiamo:

LIBERAZIONE ANIMALE E’ LIBERAZIONE UMANA

Il movimento di lotta allo sfruttamento animale ha visto negli ultimi anni una partecipazione nuova. Di fronte al moltiplicarsi di questo
interesse, che proviene a volte da contesti del tutto inaspettati, abbiamo scoperto l’esigenza di riflettere a fondo su una costellazione di accadimenti che ci preoccupano e da cui trapela l’associazione sempre più frequente tra contenuti antispecisti e panorami politici qualunquisti o di estrema destra.
Episodi come il corteo di due anni fa ad Ivrea contro la vivisezione (organizzato da AntispeIvrea, gruppo animalista dichiaratamente vicino a gruppi di destra come gli Autonomi Nazionalisti, che si definiscono “anti-antifascisti”) o gli spiacevoli incontri ripetuti nei cortei di Montichiari e soprattutto di Correzzana (indetti esplicitamente in ottica antispecista e quindi contro ogni dicriminazione, e a cui si sono presentate provocatoriamente persone che esibivano simboli della tradizione autoritaria e xenofoba, come la svastica, la croce celtica, la fiamma tricolore e simili) sono sempre più frequenti. Nel frattempo sorgono e si diffondono realtà nuove, come quella de La Foresta Che Avanza (progetto “ambientalista” del gruppo CasaPound, dichiaratamente neofascista), o meno nuove, come quella dei 100% Animalisti (gruppo molto rappresentativo di un qualunquismo in cattiva fede, che promuove solo superficialità). Leggere che un militante di Casaggì (gruppo dell’estrema destra fiorentina) ha rivendicato la propria responsabilità in una serie di azioni firmate con la sigla ALF (Animal Liberation Front) racchiusa nella A cerchiata, è stata una po’ la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Ci sembra necessario rivolgerci a tutti quelli e a tutte quelle che, soprattutto grazie alle campagne animaliste degli ultimi anni, si sono avvicinate e avvicinati alla lotta contro lo sfruttamento animale, e ne hanno fatti propri i suoi ideali. Il significato dell’antispecismo sta nel suo rifiuto radicale di qualunque tipo di discriminazione e di sopraffazione: persino la più accettata da tutti, quella sugli animali. 

Antispecismo Notizie Notizie sull'attivismo