Sarcofagia


Si legge in circa:
< 1 minuto

Un famoso brano di Franco Battiato (23 marzo 1945 – 18 maggio 2021), ispirato al trattato Del mangiar carne. Trattati sugli animali scritto dal filosofo Plutarco. “Non è mostruoso desiderare di cibarsi di un essere che ancora emette suoni?”.
Da ascoltare e riascoltare. 

Sarcofagia

Fu nefasta e temibile l’età del tempo
Di profonda e irrimediabile povertà
Quando ancora non si distingueva l’aurora dal tramonto
Quando l’aria della prima origine
Mischiata a torbida e instabile umidità
Al fuoco ed alla furia dei venti
Celava il cielo e gli astri
Come può la vista sopportare
L’uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi
Non ripugna il gusto berner, gli umori e il sangue
Le carni agli spiedi crude
E c’era come un suono di vacche
Non è mostruoso desiderare di cibarsi
Di un essere che ancora emette suoni
Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo (cannibalismo)
Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo
Fu nefasta e temibile l’età del tempo
Di profonda e irrimediabile povertà
Quando ancora non si distingueva l’aurora dal tramonto
Quando l’aria della prima origine
Mischiata a torbida e instabile umidità
Al fuoco ed alla furia dei venti
Celava il cielo e gli astri
Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo (cannibalismo)
Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo


Sarcofagia
Album: Ferro battuto
Anno: 2001
Compositori: Manlio Sgalambro / Franco Battiato

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *