Ratòn è morto, evviva Ratòn


Si legge in circa:
2 minuti

In  memoria del Toro Ratòn che verrà sfruttato anche da morto.

Fonte: www.corriere.it/animali/13_marzo_25/morto-er-raton-il-toro-killer-di-matador_eb2e4a98-957a-11e2-84c1-f94cc40dd56b.shtml

È morto Raton, il toro che uccise tre persone
L’animale era una «star» delle corse per le strade. Ora il proprietario vuole imbalsamarlo e dedicargli un museo

In Spagna era una leggenda: famoso come i suoi «rivali», le persone che lo sfidavano nelle corse per le strade, durante i festival estivi organizzati in diverse parti del Paese. Raton, il toro famoso per le sue incornate micidiali, è morto. Esattamente di vecchiaia, all’età di 13 anni e mezzo (circa una novantina se paragonato all’aspettativa di vita dell’uomo). Mezza tonnellata di peso, corna affilatissime e con un palmares macabro di tre persone uccise e di un’altra decina di feriti o sventrati.

IL MITO DELLE «FIESTAS» – Ad annunciarne il decesso è stato il suo proprietario, Gregorio de Jesus. Per rendere omaggio al toro de Jesus intende creare un museo nella borgata di Sueca, vicino a Valencia, dedicato proprio a Raton con tanto di animale imbalsamato. De Jesus affittava il toro a cifre astronomiche, circa 10mila euro, 10 volte più degli altri tori da combattimento.

SOFFRIVA DI ARTROSI – Mantello nero a chiazze bianche, Raton esce di scena a 13 anni e mezzo. «Era da diversi mesi che soffriva di artrosi per la vecchiaia ma stava comunque bene», ha spiegato de Jesus, ricordando che la sua ultima «prestazione» risale a dieci giorni fa nell’arena di Valencia. «Era come un uomo che aveva 80 anni o 90 anni», ha aggiunto il suo padrone, annunciando che alcuni campioni di sangue dell’animale saranno analizzati per chiarire le cause esatte della sua morte.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio di notifica dei commenti: Seleziona di seguito se vuoi ricevere un avviso via email per ogni nuovo commento al testo, o per eventuali risposte a un tuo commento. In questo modo potrai agevolmente seguire la discussione senza dover tornare a far visita al sito web. Una volta effettuata l'iscrizione, potrai gestirla (modificandola o cancellandola) visitando la pagina ISCRIZIONE AI COMMENTI e seguendo le istruzioni