Esseri piccolissimi


Si legge in circa:
< 1 minuto

Miliardi di esseri piccolissimi vivono intorno a noi, ma quasi mai ci accorgiamo di loro e quando lo facciamo è per allontanarli, perseguitarli e ucciderli. Se li osservassimo più da vicino, con occhi diversi, scopriremmo che sono individui incredibilmente complessi e affascinanti. Esseri piccolissimi dotati di una propria volontà, di forme e pensieri lontanissimi da noi, ma che vogliono vivere proprio come lo vogliamo noi. Esseri piccolissimi che meritano un grande rispetto.
Alcuni di loro sono ritratti nelle belle fotografie di Claudia Candido.


Claudia Candido è una fotografa professionista, freelance, vegana antispecista.
Dal 2008 insegna fotografia e postproduzione digitale. Ha organizzato e guidato diversi workshop fotografico-naturalistici in Sud America, in particolare in Bolivia, Ecuador, Perù, Cile, Argentina, Brasile. Si occupa di reportage naturalistico ed è particolarmente attratta dal ritratto di Animali, dai più piccoli ai più grandi, nell’ottica dell’osservazione etologica in Natura, nel massimo rispetto di ogni essere.
E’ inoltre un’attivista, volontaria indipendente nel soccorso, recupero, riabilitazione, adozione di Cani, Gatti e occasionalmente di altri Animali.
Ideatrice di campagne di sensibilizzazione sulla questione animale e ambientale attraverso strumenti multimediali quali la fotografia (mostre fotografiche e workshop), l’audiovisivo (documentari) e la scrittura (articoli e reportages).
Da cinque anni sta percorrendo l’avventura di essere madre di un bambino vegano dalla nascita, condividendo con lui la passione e l’amore per tutto ciò che è vivo.

www.claudiacandido.com
info@claudiacandido.com


Galleria fotografica fornita dall’artista. © Claudia Candido 2022.

4 Commenti
  1. Paola Re ha scritto:

    Foto emozionanti. Anche nei confronti degli animali piccoli c’è una disgustosa discriminazione. La coccinella piace, la mosca no. Quando lavoro con le finestre aperte ed entra una mosca, i colleghi si armano di qualcosa per ucciderla, ma non lo fanno certamente con una coccinella. Io mi adopero per fare uscire la mosca (che potrebbe tranquillamente stare dentro) e loro ridono. Lo specismo è una tara mentale in ottima salute.

    30 Aprile, 2022
    Rispondi
    • Veganzetta ha scritto:

      Verissimo. A seconda dei nostri preconcetti, credenze e del nostro gusto estetico valutiamo e cataloghiamo anche gli Animali piccolissimi e ci comportiamo di conseguenza. A volte una semplice leggenda può divenire una tragedia immane o può rappresentare la salvezza per alcuni Animali, come nel caso delle Coccinelle che si pensa portino fortuna e per questo non vengono uccise.

      2 Maggio, 2022
      Rispondi
  2. Paola Re ha scritto:

    Conta anche l’aspetto fisico. Le coccinelle e le farfalle, per esempio, sono “belle” agli occhi di tutti. Non è così per tantissimi insetti che, al contrario, appaiono una sorta di piccoli mostri. Parecchie persone hanno l’istinto di ucciderli, come se fossero nocivi, infestanti, velenosi… Inspiegabile tanta violenza.

    2 Maggio, 2022
    Rispondi
    • Veganzetta ha scritto:

      Certo come già accennato anche il nostro gusto estetico può addirittura determinare la morte o la persecuzione di un Animale: è sufficiente essere brutti ai nostri occhi per essere uccisi. Ciò è solo l’ennesima dimostrazione pratica dell’enorme potere che abbiamo e che esercitiamo sugli Animali e di quanto poco prendiamo in considerazione il loro diritto alla vita.

      4 Maggio, 2022
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.