Tag: vegan




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

cadavere

Domande: Abbiamo davvero bisogno di ricordarci della forma, del sapore, dell’odore della carne? Che tipo di società potrà mai essere quella in cui si emula – rimpiangendolo – il passato attraverso la tecnologia? Nella Silicon Valley riprodurranno artificialmente anche la faccia devastata e fatta a pezzi di un Agnello, per venderla poi sul bancone di una finta macelleria vegan? Vogliamo proprio diventare ridicoli?

Fonte agenzia TMNews

Silicon Valley punta sulla “carne finta”

New York, 3 apr. (TMNews) – Anche negli Stati Uniti, dove hamburger, hot dog e pollo fritto sono elementi centrali della tradizione culinaria, aumenta sempre di più la domanda di “carne finta”, alimenti sostitutivi di quelli di origine animale che vanno ben oltre l’idea di apportare la stessa quantità di proteine, ma che puntano a non far rimpiangere il sapore dei chicken nugget e della maionese fatta con le uova fresche.

Notizie dal mondo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
1 minuto

liberacio-animal-mas-alla-del-veganismo

Da Manifesto Antispecista

Roberto Lemes ha scritto un libro edito da Dskntrl ediciones di Barcellona semplice e agile su una questione che sta divenendo sempre più di attualità: l’esplosione del veganismo che diviene sempre più fenomeno di massa, e i rapporti tra le persone vegane e il consumismo della società capitalistica.
Uscito da un ambito di nicchia, il veganismo rischia di perdere la propria portata rivoluzionaria originaria, a tutto vantaggio delle leggi di mercato e delle logiche capitalistiche, Lemes fornisce in quattro capitoli una serie di spunti di riflessione utili all’avvio di un dibattito. 

Animalismo Antispecismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
7 minuti

jofrederiks

Jo Frederiks, artista australiana, pittrice ed attivista per i diritti degli Animali, è una delle esponenti più interessanti nel panorama ancora poco conosciuto dell’arte vegan.

Dopo una carriera come modella e cover girl, decise di dedicarsi all’arte, studiando e laureandosi con lode all’Accademia d’arte di Brisbane.

La sua vita prese una strada diversa, volgendo i propri sforzi artistici agli Animali, alla rappresentazione della loro bellezza e libertà in un contesto naturale, ma anche nella profonda ingiustizia inflitta loro dall’Umano.

Se da una parte Jo racconta ogni Animale fedelmente, attraverso la matita o la pittura ad olio, descrivendone in minuziosi dettagli gli aspetti, dando forza al carattere e all’unicità in quanto individuo di ogni singolo esemplare rappresentato, dall’altra denuncia duramente la situazione in cui versano miliardi di Animali d’allevamento e da intrattenimento e come i poteri politici, economici e religiosi sostengano e perpetuino l’ Olocausto Animale, grazie all’appoggio silenzioso dei consumatori. 

ArteVeganzetta




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

foto-articolo-trasatti

A Pippo, il Coniglio che in 9 anni di convivenza, mi ha insegnato quasi tutto quel che sento e so a proposito degli altri Animali, in memoriam.

Nelle pieghe della lingua è possibile individuare modi di dire, espressioni, strutture che segnalano e rimandano all’ideologico quotidiano che sostiene e perpetua il sistema di potere, le gerarchie, l’inerzia dello status quo, i binari prestabiliti del pensiero, i cul de sac.

Wittgenstein paragonava la lingua a una città con i suoi edifici, le sue strade, le sue rovine. 

Animalismo Antispecismo