Tag: sofferenza animali




Tempo di lettura stimato:
10 minuti

1524973_260129327498095_1936260251_n

In una raccolta di saggi dell’autrice britannica Doris Lessing, intitolata “Le prigioni in cui scegliamo di vivere”, lessi di un esperimento sociologico condotto in un’università statunitense. Un ricercatore scoprì che è possibile prendere un ‘vero fedele’ – diciamo un adepto della chiesa di  Scientology, o qualcuno convinto che la terra sia piatta o che il mondo finirà venerdì 13 del prossimo anno bisestile – e “usando classiche tecniche del lavaggio del cervello, trasformare questo fedele, prima in un Avventista del Settimo Giorno, poi in un comunista stalinista, poi in un liberale, poi in un[a] femminista, poi in un incallito ateista.” Dopo aver attraversato tutte queste fasi (ma ciascuna è vissuta, finché dura, come verità assoluta, definitiva, unica), l’infelice viene restituito alla sua fede originaria, secondo cui, diciamo, il mondo finirà venerdì 13. A questo punto, tutte le altre fedi attraversate gli appaiono chiaramente fasulle, brevi interruzioni della sua salute mentale. 

Animalismo Lettere dai lettori