Tag: sinistra




Tempo di lettura stimato:
7 minuti

cigno

Leggere su un giornale di sinistra che “la vera emergenza del pianeta si chiama antropocentrismo”  fa molto piacere, anche pensando a quanto il pensiero e la cultura cosiddetta di sinistra abbiano contribuito al successo dell’antropocentrismo. 
L’articolo di Aldo Colonna affronta diverse tematiche, tutte importanti. Una frase su tutte è da sottolineare: “… non è vero che tifiamo più per Daniza che per una donna violata. Tifiamo per tutti coloro che si trovano in stato di dipendenza e di inferiorità fisica, in soggezione, tifiamo per i deboli, per gli emarginati”.  La strada è lunga e la distanza dalle tematiche antispeciste – lo si evince anche dal testo dell’articolo – è ancora notevole, ma è un buon inizio per abbattere l’antropocentrismo che contraddistingue la nostra società (e certe culture), e comprendere che “tifare per i deboli” significa considerare prima di tutto la tragedia degli Animali non umani.

Fonte: Il Manifesto

Storie. La spedizione punitiva contro un volatile che nidificava sul lago di Bracciano e la morte dell’orsa Danzica lo confermano: la vera emergenza del pianeta si chiama antropocentrismo

Ricordate il cigno reale aggredito in primavera sul lago di Bracciano? Ebbene, non ce l’ha fatta, è morto. In cura presso la Lipu a Roma per settimane, l’animale non riusciva più a deambulare, le ferite da decubito gli avevano piagato la pancia, la testa era perennemente reclinata sulle ali come un’ammainabandiera.

0

Animalismo Notizie



Visto il successo del Dossier: “Antispecisti di destra?” che non accenna a diminuire, si pubblica il testo in un nuovo formato (A5, 32 pagine B/N), buona lettura. Pagina download dossier

0

Antispecismo




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Di seguito il testo pubblicato sulla pagina Facebook del Coordinamento Fermare Green Hill che conntiene un link al dossier “antispecisti di destra?“.
Il testo riporta un gravissimo fatto di sangue accaduto in Francia e che si spera possa divenire perlomeno un motivo di riflessione da parte di chi ad oggi ancora si ostina a considerare l’antispecismo una lotta trasversale e apolitica. Il riduzionismo e il qualunquismo di molte persone è la causa di molti problemi identitari di cui soffre l’antispecismo soprattutto in Italia, ciò dovuto al fatto che non si può mantenere la lotta di liberazione animale reclusa in un ambito squisitamente non umano, bensì considerarla come una lotta sociale, politica e culturale che mira alla liberazione di tutti gli Animali (Umani compresi).
Allo stesso modo l’antispecismo non può in alcun modo essere preso in “”ostaggio” da singoli o gruppi che vogliamo utilizzarlo per fini diversi da quelli relativi alla liberazione animale.
Una seria e ponderata riflessione è sempre più urgente.

clement

Nei giorni scorsi Clément Méric, attivista vegano e antispecista di 18 anni, è stato ucciso da tre nazifascisti che lo hanno assalito per massacrarlo di botte.
In ospedale è stata constata la morte cerebrale.

L’ennesima vita spezzata dallo squadrismo di destra che, sempre indaffaratissimo a ripulirsi la faccia e a mostrarsi accettabile presso l’opinione pubblica, non rinuncia alla violenza, agli agguati, alle coltellate, agli omicidi. 

0

Antispecismo Notizie Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo