Tag: iran




Tempo di lettura stimato:
8 minuti

pecore lana 120x120 - Il volto nascosto della lana

Troppo spesso parlando di veganismo si pensa solo a un determinato regime alimentare. Il veganismo come pratica coinvolge invece ogni sfera del quotidiano mediante una reinterpretazione critica dei nostri bisogni e delle nostre attività, permettendoci di eliminare (per quanto possibile) ogni pratica crudele. Un caso classico è quello della lana. Spesso chi non è vegano si chiede come mai le persone umane vegane si rifiutano di indossare la lana, di seguito si propone un’interessante e dettagliata indagine su cosa significa nella realtà la produzione della lana per gli Animali.

Fonte: www.vegactu.com/actualite/la-face-cachee-de-la-laine-26894

Un’indagine di Jérôme Henriques

Quando parliamo di sofferenza animale, pochi immaginano di poter includere in questo largo insieme l’attività della produzione di lana. Molti sono i luoghi comuni sull’argomento. Tosare le pecore, è un’attività svolta fin dall’alba dei tempi, ad esempio. E poi, gli animali non soffrono, togliamo loro solo il loro vello, cosa anche vantaggiosa per loro, che gli impedisce di avvertire troppo il caldo in estate.

Animalismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

10264486_580968745356672_2340190105490897409_n

“Le considerazioni religiose di Feuerbach si intrecciavano con quelle politiche: egli sottolineava, infatti, il carattere pericolosamente conservatore della religione; in essa, l’uomo tende a diventare schiavo, a sentirsi dipendente da un’entità superiore, e uno schiavo incatenato nel “mondo delle idee” diventa inevitabilmente anche schiavo nella realtà materiale, quasi come se oltre ad essere schiavo di Dio diventasse anche schiavo di un padrone materiale. Ne consegue che la liberazione politica dell’uomo dovrà per Feuerbach passare per l’eliminazione della religione: infatti, solo dopo la scomparsa della religione l’uomo cesserà di essere schiavo di Dio e, successivamente, dei padroni materiali.

Animalismo Notizie dal mondo




Tempo di lettura stimato:
1 minuto

space chimps training big - Capsule viventi

Di recente è stata diffusa la notizia che l’Iran ha inviato una seconda Scimmia nello spazio (la prima era stata inviata all’inizio del 2013), con questi esperimenti l’agenzia spaziale iraniana spera di riuscire a mettere a punto il primo lancio di un vettore spaziale con un Umano a bordo entro il 2020. per ora si limita a seguire le orme di diversi altri Paesi (USA, URSS prima e Russia dopo, Francia ecc..) che hanno torturato e spesso ucciso Animali sottoponendoli a lanci nello spazio per sperimentarne gli effetti sui loro corpi. 

Animalismo Notizie