Tag: civilizzazione




Tempo di lettura stimato:
10 minuti

naturamorta 1 - Anticivilizzazione e primitivismo: intervista a Enrico Manicardi

Abbiamo rivolto una serie di domande ad Enrico Manicardi, noto esponente e divulgatore del pensiero e della pratica anarchica di anticivilizzazione e primitivista in Italia.

Enrico, puoi fornire al nostro pubblico una tua definizione di “anticivilizzazione” e di “primitivismo” per permetterci di comprendere nel migliore dei modi le specificità di tali lotte?

Fermo restando che sintetizzare concetti così complessi non è mai facile, quando si parla di Primitivismo o di Primitivismo Anarchico o di Critica Radicale alla Civilizzazione o di Movimento Anti-civ (che sono tutte definizioni riguardanti la medesima pratica) ci si riferisce a ciò che, con un approccio irriducibile all’ordine dominante, mira alla messa in discussione di tutto quel che fonda il mondo artificiale (e cioè innaturale) in cui viviamo oggi, e che chiamiamo civiltà: a cominciare dalla sua strutturazione in forma di Sistema (e al suo assetto istituzionale) fino al contesto di valori, categorie e modi di vedere le cose che ne definiscono l’adattamento politico e sociale di tutte le sue parti funzionali, umane e non-umane.

Antispecismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
1 minuto

pianta nella mano - Critica alla crescita e civilizzazione: incontriamo Cacciari e Manicardi

Si segnalano due incontri dedicati alla riflessione critica sulla crescita e sulla civilizzazione, per un’analisi anche in chiave antispecista:

Venerdì 20 febbraio ore 18,30 presso Libreria LOVAT in via Newton, 32 a Villorba (TV): VIE DI FUGA. CRISI, BENI COMUNI, LAVORO E DEMOCRAZIA NELLA PROSPETTIVA DELLA DECRESCITA. L’autore, Paolo Cacciari, ne discute con Adriano Fragano (Veganzetta), Dante Bedini e Mario Cenedese (Associazione Eco-Filosofica)

Appuntamenti Decrescita Libri




Tempo di lettura stimato:
22 minuti

end civ - Critica della tecno-cultura e della civilizzazione: gli atti della conferenza

Di seguito il testo della conferenza tenuta da Mario Cenedese collaboratore di Veganzetta, il 13 dicembre 2013 a Treviso.
L’articolo compare nel numero 23, gennaio-febbraio 2014, del Quaderno dell’Associazione Eco-Filosofica

CRITICA DELLA TECNO-CULTURA E DELLA CIVILIZZAZIONE :  PROSPETTIVE  PER UN PARADIGMA  ANTISVILUPPISTA

(Relazione presentata al Corso di Ecologia del 13 dicembre 2013 – Scuole Martini – TV).

Si precisa che , oltre ad autori che fanno riferimento alla  Scuola di Francoforte quali Horkheimer, Adorno, Benjamin, Marcuse  e Anders, oltre a Foucault,  Debord,  Deleuze,  Ursula Le Guin, Luce Irigaray, Meillasoux, Sahlins e Clastres, Bataille, Virilio, Mumford, Freud, Heidegger, fanno da sfondo a questa dissertazione soprattutto i lavori di Enrico Manicardi ( Liberi dalla civiltà e L’ultima era, entrambi della Mimesis) e, in particolare, quelli di John Zerzan ( Il crepuscolo delle macchine, Nautilus). 

Antispecismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

tecnoscienza - Critica della tecnocultura e della civilizzazione: per un nuovo paradigma antisviluppista

CRITICA DELLA TECNOCULTURA E DELLA CIVILIZZAZIONE: PER UN NUOVO PARADIGMA ANTISVILUPPISTA

Conferenza a entrata libera
Venerdì 13 dicembre, ore 18,30, scuola “Martini”, via Dorigo – Treviso. 7° incontro del Corso di Ecologia
Relatore: Mario Cenedese (Associazione Ecofilosofica)

La civilizzazione è quel processo, iniziato nel Neolitico diecimila anni fa, che ha prodotto l’addomesticamento di piante e animali, cioè l’agricoltura e l’allevamento, l’urbanizzazione, il patriarcato e la differenza di genere, il linguaggio simbolico e la scrittura, la guerra dettata dalla logica di espansione della cultura urbana, la modernità, la “virtualità reale”, il produttivismo, lo sviluppismo ad oltranza, il progresso. La tecnocultura o tecnoscienza è la pianificazione operata dalla ratio calcolante, dalla ragione strumentale, forme “ militari” del dominio della civilizzazione, corrisponde, quindi, all’apparato tecnico-scientifico.

Appuntamenti Notizie Notizie dal mondo