Tag: cavalli



ministra-boschi

Maria Elena Boschi, Ministra per le Riforme, 33 anni, considerata uno dei “volti nuovi” per eccellenza del Governi Renzi, partecipando a una Festa dell’Unità di Zagarolo, viene invitata ad assaggiare una pietanza locale a base di carne di Cavallo: il “tordo matto”. La Ministra gradisce, esterna tutta la sua passione per la carne di questi poveri Animali, e si rammarica perché non riesce più a trovarne in giro.
Cosa ci si poteva aspettare, direte giustamente voi, da un Ministro? Forse nulla, ma qualcosa da una giovane donna di 33 anni forse si. Le esternazioni di Boschi fanno rabbrividire, e dimostrano solo la lontananza culturale che sussiste tra lei e noi ( questo poco importa, ed è anche del tutto logico), ma soprattutto tra lei e le giovani generazioni che sempre più sono sensibili, informate e consapevoli di ciò che significa lo sfruttamento animale. Del resto Boschi ha dimostrato già varie volte in passato quali siano le sue posizioni retrograde nei confronti degli altri Animali: nella foto riportata in quest’articolo la si vede immortalata dai fotografi mentre passeggia serenamente per la Capitale con un collo di pelliccia di Visone. 

Animalismo Notizie



Nella speranza che questa crisi spazzi via completamente e definitivamente ciò che resta di un mondo fatto di privazioni e sofferenze per gli Animali, vi proponiamo un articolo sull’attuale situazione dell’ippica italiana.

Fonte: http://www3.lastampa.it/lazampa/articolo/lstp/440534/

L’ippica in crisi perde i suoi eroi
Giallo sulla sorte di 3 mila cavalli

Venduti all’estero, regalati o messi a riposo: ma di molti si sono perse le tracce

GIORGIO VIBERTI
torino

Non si uccidono così anche i cavalli? Il titolo del film che Sydney Pollack realizzò negli Anni Sessanta sembra una cinica sintesi della grave crisi dell’ippica italiana, bloccata dall’inizio del 2012 e a rischio di non riprendere più l’attività. Dopo le tre grandi manifestazioni di protesta delle ultime settimane davanti a Montecitorio, oggi il Senato esaminerà finalmente il cosiddetto «decreto salvaippica», quindi domani i rappresentanti delle diverse categorie – fantini, guidatori, allevatori, allenatori, proprietari, artieri, addetti agli ippodromi – incontreranno il presidente dell’Unire (l’ente che gestisce le corse in Italia) e il ministro dell’Agricoltura, Mario Catania.

Animalismo Notizie