Tag: carne




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

melinda hegedus 3 cow 120x120 - Melinda Hegedus

Melinda Hegedus è un’illustratrice di origini ungheresi, che ora vive in Norvegia.
Il suo lavoro si caratterizza soprattutto per la forza espressiva e comunicativa.
La scelta dei soggetti e la loro rappresentazione danno vita ad un immaginario fatto di Animali antropomorfi, situazioni in cui le parti tra l’Umano e gli altri Animali si invertono o nelle quali questi si rivolgono direttamente allo spettatore, ponendo domande scomode e provocatorie.
Lo stile è fresco e accattivante, capace di attirare l’attenzione, rivelando la dissonanza cognitiva che permea profondamente la società umana e gli assunti specisti sui quali poggiano le convinzioni di molti.

ArteVeganzetta




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

40000 al secondo 120x120 - Pubblicità antispecista: 40.000 al secondo

Uccidiamo 40.000 Animali ogni secondo. Sono quelli usati per produrre carne.
Se per ognuno ci tatuassimo una X, il nostro corpo ne sarebbe pieno.
Puoi cambiare la tua vita in un secondo per salvare quella degli altri.
Diventa vegan.

Questa è la comunicazione testuale della nuova pubblicità antispecista dal titolo “40.000 al secondo” che Campagne per gli animali lancia ufficialmente oggi e che verrà presentata il 1 novembre 2017 in occasione del World Vegan Day a Firenze. “40.000 al secondo” è una pubblicità innovativa ideata da Adriano Fragano, Dora Grieco e Roberto Politi e fotografata da Sara Morena Zanella che coniuga messaggio antispecista, contro-informazione sullo sfruttamento animale e artivismo.

Antispecismo Comunicati Media Notizie sull'attivismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

BOE HATCH VFX 12A e1508072529187 - Il rispetto coatto della Natura

Entro pochi decenni – pochi decenni – buona parte della città di Miami, in Florida, non esisterà più: sarà sommersa dalle acque dell’Oceano Atlantico che si saranno alzate di diversi metri a causa del riscaldamento globale. Molte altre città costiere, come quelle del Bangladesh, finiranno sott’acqua in un processo che secondo gli scienziati è ormai inevitabile, anche se smettessimo di colpo di bruciare combustibili fossili nei prossimi dieci anni. In mancanza di una radicale riduzione nella produzione dei gas serra, poi, nei prossimi decenni avremo ricorrenti uragani, tempeste e inondazioni dalla portata straordinaria, lunghi periodi di siccità che distruggeranno i raccolti e avranno pesanti conseguenze economiche, nuove epidemie di malattie ormai dimenticate, estati sempre più torride, oceani sempre più inquinati e ostili alla vita, aria irrespirabile per interi mesi e una moltiplicazione di piccoli e grandi conflitti locali. Forse li avremo anche in caso di una radicale riduzione nella produzione dei gas serra, a questo punto: complici le grandi attenzioni dei ricercatori, che comunicano con cautela dati e probabilità per non dare appigli ai negazionisti, non abbiamo idea del disastro che ci aspetta e che in parte si è già inesorabilmente avviato.

Questo è quanto si legge in apertura di un articolo pubblicato dal New York Magazine e tradotto da Il Post con il titolo “l’apocalisse che ci siamo creati da soli”. L’articolo continua elencando con dovizia di particolari tutta una serie di disastri che nel giro di poche decine di anni colpiranno il pianeta Terra a causa dell’impatto dell’attività antropica.

Notizie dal mondo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
3 minuti

durham ox e1490626380287 - Durham Ox: il Bovino che divenne una star universale

Durham Ox era un gigantesco bovino castrato che pesava 1350 Kg.

Diventò leggendario in Inghilterra, nei primi anni dell’800: veniva trasportato su un carro speciale, progettato e decorato appositamente e venne portato in tour per paesi e città inglesi e scozzesi per circa 6 anni!
Gli spettatori pagavano un biglietto, all’epoca oneroso, per ammirare la stupefacente bestia.
Durham Ox divenne il simbolo del potere e della superiorità della razza bovina selezionata dagli allevatori inglesi, che la moderna potenza coloniale esibiva al mondo intero.

Animalismo Lettere dai lettori Notizie Notizie dal mondo