Tag: bracconieri




Tempo di lettura stimato:
7 minuti

cigno

Leggere su un giornale di sinistra che “la vera emergenza del pianeta si chiama antropocentrismo”  fa molto piacere, anche pensando a quanto il pensiero e la cultura cosiddetta di sinistra abbiano contribuito al successo dell’antropocentrismo. 
L’articolo di Aldo Colonna affronta diverse tematiche, tutte importanti. Una frase su tutte è da sottolineare: “… non è vero che tifiamo più per Daniza che per una donna violata. Tifiamo per tutti coloro che si trovano in stato di dipendenza e di inferiorità fisica, in soggezione, tifiamo per i deboli, per gli emarginati”.  La strada è lunga e la distanza dalle tematiche antispeciste – lo si evince anche dal testo dell’articolo – è ancora notevole, ma è un buon inizio per abbattere l’antropocentrismo che contraddistingue la nostra società (e certe culture), e comprendere che “tifare per i deboli” significa considerare prima di tutto la tragedia degli Animali non umani.

Fonte: Il Manifesto

Storie. La spedizione punitiva contro un volatile che nidificava sul lago di Bracciano e la morte dell’orsa Danzica lo confermano: la vera emergenza del pianeta si chiama antropocentrismo

Ricordate il cigno reale aggredito in primavera sul lago di Bracciano? Ebbene, non ce l’ha fatta, è morto. In cura presso la Lipu a Roma per settimane, l’animale non riusciva più a deambulare, le ferite da decubito gli avevano piagato la pancia, la testa era perennemente reclinata sulle ali come un’ammainabandiera.

Animalismo Notizie



Cento animali uccisi ogni giorno. Corruzione e conflitti. Profitti illegali per miliardi di dollari. Ecco le conseguenze del traico internazionale d’avorio, che minaccia la sopravvivenza degli elefanti. Abbiamo sentito l’odore della carcassa dell’elefante prima ancora di vederla.…

Animalismo Notizie Notizie dal mondo




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Fonte: Bailador.org

raphael-matta

Un estratto da un testo a cura di Bailador.org in memoriam di Raphäel Matta che narra la sua storia sconosciuta ai più. Buona lettura.

———-

Raphäel Matta, un francese di origine italiana che lavora nell’export – import, legge su “Paris Match” che il governo della Costa d’Avorio sta cercando un capo sorvegliante per una riserva africana ai confini dell’Alto Volta e il Ghana: lascia tutto e parte con la moglie, una ex indossatrice di Dior abituata agli agi e al lusso, e con i due figlioletti. Abbandona tutto per salvare ippopotami, elefanti, leoni, dimostrando grande coraggio. 

Animalismo Notizie Notizie sull'attivismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

gorilla-liberatori

Da: Nemesi Animale

Pochi giorni dopo che una trappola posta da un bracconiere ha ucciso un gorilla di montagna altri giovani gorilla si sono coalizzati per trovare e distruggere alcune trappole nella loro foresta in Ruanda.

Questa incredibile azione è accaduta martedì 25 giugno di fronte agli scienziati naturalisti che lavorano presso il centro Karisoke in Ruanda, gestito dal Dian Fossey Gorilla Fund, organizzazione fondata nel 1978 dalla ricercatrice americana Dian Fossey, uccisa poi dai bracconieri nel 1985. L’organizzazione si occupa di proteggere i gorilla e il loro habitat naturale nelle foreste in Ruanda e Congo. 

Animalismo Notizie dal mondo