Tag: azione diretta




Tempo di lettura stimato:
1 minuto


La prima udienza del processo contro le attiviste e gli attivisti del Coordinamento Fermare Green Hill che il 14 ottobre 2011 occuparono il tetto di uno dei capannoni (il numero 1) del lager di Green Hill  Montichiari (BS), si è risolto con un nulla di fatto: tutte le udienze del giorno sono state rinviate al 2020, tranne quella dell’occupazione del tetto di Green Hill che è stata fissata per il 25 febbraio 2019 presso il Tribunale di Brescia alle ore 12.00.

0

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Lunedì 3 dicembre 2018 alle ore 13,00 presso il Tribunale di Brescia in via Lattanzio Gambara 40, si terrà la prima udienza del processo contro i cinque attivisti che salirono sul tetto del lager per Cani di Green Hill il 14 ottobre 2011. Di seguito un testo e un video di uno degli attivisti sotto processo, Giuliano Floris. Veganzetta esprime solidarietà ed invita a presenziare al processo, per supporto agli imputati che lottarono per la liberazione di 2500 Cani beagle rinchiusi nel lager di Montichiari.

0

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

5 novembre 2001, ore 6.30, ospedale di Ronkswood: Barry Horne muore in seguito a una grave compromissione epatica dovuta agli scioperi della fame che ha condotto dal carcere, unico strumento per far sentire la propria voce da dentro una cella.

Barry è uno spazzino inglese che nel 1987 si avvicina agli ambienti libertari-antispecisti in una Gran Bretagna in cui il movimento di Liberazione Animale è represso con i mezzi più duri messi a disposizione dal governo. 
Nello stesso anno tenta di liberare un delfino chiuso in una piccola piscina da 22 anni a Morecambe; qui, il suo primo arresto.

0

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti


La prima notizia del nuovo anno.

Fonte: Il Resto del Carlino

Lagosanto, gli animalisti distruggono la casa dei cacciatori

Blitz nella notte, tanti i danni: distrutti elettrodomestici e sanitari. Il sindaco: “Come un attentato”

Ferrara, 31 dicembre 2017 – «Quel che è accaduto qui, questa notte (tra il 29 e 30 dicembre ndr), non esito a paragonarlo a un attentato terroristico». L’ex sindaco di Lagosanto, Loris Gadda, scuote la testa. Davanti ai suoi occhi la devastazione della casa di caccia di Lagosanto, gestita dal 1985 dalla Federcaccia.

0

Notizie Notizie sull'attivismo