Tag: azione diretta




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

5 novembre 2001, ore 6.30, ospedale di Ronkswood: Barry Horne muore in seguito a una grave compromissione epatica dovuta agli scioperi della fame che ha condotto dal carcere, unico strumento per far sentire la propria voce da dentro una cella.

Barry è uno spazzino inglese che nel 1987 si avvicina agli ambienti libertari-antispecisti in una Gran Bretagna in cui il movimento di Liberazione Animale è represso con i mezzi più duri messi a disposizione dal governo. 
Nello stesso anno tenta di liberare un delfino chiuso in una piccola piscina da 22 anni a Morecambe; qui, il suo primo arresto.

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti


La prima notizia del nuovo anno.

Fonte: Il Resto del Carlino

Lagosanto, gli animalisti distruggono la casa dei cacciatori

Blitz nella notte, tanti i danni: distrutti elettrodomestici e sanitari. Il sindaco: “Come un attentato”

Ferrara, 31 dicembre 2017 – «Quel che è accaduto qui, questa notte (tra il 29 e 30 dicembre ndr), non esito a paragonarlo a un attentato terroristico». L’ex sindaco di Lagosanto, Loris Gadda, scuote la testa. Davanti ai suoi occhi la devastazione della casa di caccia di Lagosanto, gestita dal 1985 dalla Federcaccia.

Notizie Notizie sull'attivismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

Si riceve e su pubblica il comunicato di Dentrofarmacologia.org

PRESIDIO DI SOLIDARIETÀ dalle 9 alle 13 davanti al tribunale di Milano (ingresso porta vittoria)

Il 30 ottobre si terrà la seconda udienza per il processo a carico delle attiviste ed attivisti che occuparono gli stabulari del Dipartimento di Farmacologia dell’Università degli Studi di Milano.

Il 20 aprile 2013 vennero portate all’esterno di quelle mura le immagini della terribile normalità della vita di migliaia di individui rinchiusi in gabbia e ridotti a cose usa e getta. Quel giorno, con un’azione non violenta ma decisa, chi occupava le stanze e chi li sosteneva dal presidio in strada, ottenne la libertà per 400 topi ed 1 coniglio.

Animalismo Antispecismo Appuntamenti Notizie sull'attivismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

rivendicazione-liberazione-lepri-2015

Il 2015 sta volgendo al termine e qualcuno ha pensato di fare un regalo ai moltissimi Animali rinchiusi nei lager italiani.
Quella riportata in apertura (è possibile cliccare sulla fotografia per poter leggere più agevolmente il testo) è la lettera di rivendicazione a firma A.L.F. (Animal Liberation Front), fatta pervenire in data 16 dicembre 2015 al quotidiano Il Resto del Carlino. Nel testo si rivendica l’azione di liberazione di 1000 Lepri detenute nell’allevamento lager Casa Boschi di Canossa (RE): Animali allevati per divenire selvaggina “pronta caccia”, per poter essere “liberati” e subito ammazzati dai cacciatori, o per allenare i Cani “da caccia”. 

Animalismo Antispecismo Notizie sull'attivismo