Tag: arte antispecista




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

Jane Lewis è un’artista inglese, con una lunga carriera alle spalle come pittrice e grafica e che da alcuni anni ha deciso di concentrare i suoi sforzi artistici a favore dei diritti degli Animali.
Diventare vegana ha profondamente cambiato la sua visione della vita e di conseguenza anche il suo scopo in quanto artista.
Ha risposto ad alcune domande per raccontare a lettrici e lettori di Veganzetta la sua storia e la sua missione in quanto artivista, presentando inoltre alcuni dei suoi lavori dal forte impatto comunicativo.

ArteVeganzetta




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

Melinda Hegedus è un’illustratrice di origini ungheresi, che ora vive in Norvegia.
Il suo lavoro si caratterizza soprattutto per la forza espressiva e comunicativa.
La scelta dei soggetti e la loro rappresentazione danno vita ad un immaginario fatto di Animali antropomorfi, situazioni in cui le parti tra l’Umano e gli altri Animali si invertono o nelle quali questi si rivolgono direttamente allo spettatore, ponendo domande scomode e provocatorie.
Lo stile è fresco e accattivante, capace di attirare l’attenzione, rivelando la dissonanza cognitiva che permea profondamente la società umana e gli assunti specisti sui quali poggiano le convinzioni di molti.

ArteVeganzetta




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

Una mostra fotografica di grande impatto a cura di Grazia Parolari e Elisabetta Pernici capace di svelare indubbie analogie tra violenza, sfruttamento e dominio nei confronti degli Umani e degli altri Animali. Di seguito una breve presentazione e alcune informazioni tecniche.

Presentazione

Parte integrante e finale del progetto “Molte Razze una Sola Specie” 2016, la mostra che vi presentiamo vuole proporre una nuova visione di quelle realtà che si è soliti guardare e leggere con sguardi univoci, come se il mondo degli Umani e quello degli altri Animali, strettamente interconnessi, vivessero di dinamiche distinte e separate.

Antispecismo ArteVeganzetta




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Sara Sechi è un’artista vegana sarda, attualmente residente a Londra. Dopo gli studi al Liceo Artistico di Iglesias si è laureata in Disegno Industriale all’Università degli Studi di Firenze.
Dal Gennaio 2013 vive a Londra, dove è coinvolta in diverse iniziative di attivismo e dal 2016, dopo aver scoperto Art of Compassion Project, ha deciso di utilizzare le sue capacità artistiche per diffondere il messaggio della liberazione animale, creando disegni che mettono in luce il rapporto conflittuale tra Animali umani e Animali non umani.

ArteVeganzetta