Tag: animal liberation front



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Montorfano capanni da caccia distrutti da alf 2019

Nella notte tra venerdì 6 e sabato 7 dicembre 2019 dodici capanni di caccia presenti sul Montorfano tra i paesi di Erbusco, Coccaglio e Cologne (in Franciacorta, nel bresciano), sono stati distrutti durante un blitz dell’A.L.F. (Animal Liberation Front) che ha anche liberato un numero imprecisato di Uccelli prigionieri utilizzati come richiami per la caccia. Il motivo del raid è stato vergato a chiare lettere sulle mura dei capanni: «Nessuna tregua. Cacciatori merde».

11

Animalismo Notizie sull'attivismo



Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Fjodorrr, richiama la nostra attenzione con i suoi graffiti, in bianco, nero e rosso. Uno di 50×50 centimetri sul marciapiede, un quadrato che contiene 7 polli e offre informazioni sulla legislazione europea che ne disciplina l’allevamento intensivo, l’altro graffito è “Bambi” ucciso ed appeso ad un gancio: Stop Killing Animals, realizzato sulla parete esterna della Kunstlerhouse.

0

ArteVeganzetta Notizie sull'attivismo



Tempo di lettura stimato: 2 minuti

L’Animal Liberation Front ha portato a termine un’azione a fine gennaio liberando dalla loro prigionia 14 Conigli detenuti in una fattoria privata nel Cantone di Zugo in Svizzera.
Di seguito un articolo di Ticinonline (dove non mancano le condanne di rito dell’animalismo istituzionalizzato e le posizioni di “esperti” e politici), visitando la pagina dell’articolo è anche possibile visionare il video della liberazione.

Fonte: www.tio.ch/svizzera/attualita/1240107/quattordici-conigli-liberati-dagli-attivisti-radicali

Quattordici conigli liberati dagli attivisti radicali

Alla fine di gennaio i membri del gruppo Fronte di liberazione degli animali hanno prelevato diversi esemplari da una fattoria privata. Il proprietario ha sporto denuncia

3

Animalismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo



Tempo di lettura stimato: 2 minuti


La prima notizia del nuovo anno.

Fonte: Il Resto del Carlino

Lagosanto, gli animalisti distruggono la casa dei cacciatori

Blitz nella notte, tanti i danni: distrutti elettrodomestici e sanitari. Il sindaco: “Come un attentato”

Ferrara, 31 dicembre 2017 – «Quel che è accaduto qui, questa notte (tra il 29 e 30 dicembre ndr), non esito a paragonarlo a un attentato terroristico». L’ex sindaco di Lagosanto, Loris Gadda, scuote la testa. Davanti ai suoi occhi la devastazione della casa di caccia di Lagosanto, gestita dal 1985 dalla Federcaccia.

0

Notizie Notizie sull'attivismo