Squarti gli Animali? Meriti la cittadinanza onoraria


Tempo di lettura stimato:
3 minuti

Riceviamo e rigiriamo questa notizia e la relativa protesta. A voi il commento.

nitsch - Squarti gli Animali? Meriti la cittadinanza onoraria

————

UN SADICO DIVENTERA’ CITTADINO ONORARIO DI ASOLO (Treviso)

Sabato 4 verrà  inaugurata la mostra dedicata a Hermann Nitsch inserita nei percorsi di Asolo Art Film Festival (http://www.asolofilmfestival.it/); domenica 5 gli verrà  anche conferita la cittadinanza onoraria di Asolo.
Alcuni dicono che vogliano anche dedicargli una sezione in museo civico.

Ma vediamo di capire meglio chi è Hermann Nitsch:

Nel sito http://www.museonitsch.org/video/nitsch-caravaggio può essere visionato un filmato su una “performance” di questo “artista” in cui alcuni invasati si cospargono il corpo con il sangue, le interiora, i corpi morti, straziati e squartati di Animali veri appositamente macellati.

Esplicativo è il testo presente a questo indirizzo: http://lists.peacelink.it/animali/msg11020.html (attenzione alcuni link sono errati, quello funzionante è: http://www.nitsch.org qui potrete trovare anche filmati relativi agli “happenings”.)
Tra l’altro nel testo su Peacelink si parla della “sei giorni degli orrori” organizzata da Nitsch nel 1998, proponiamo di seguito il programma:

Nel programma si legge tra le altre cose:

Macellazione e svisceramento di tori.
Azioni di svisceramento e crocifissione.
Processioni di barelle con attori e animali macellati (tori, maiali, pecore).
Azioni di svisceramento di maiali squartati.
Ubriacature collettive.
Pittura con sangue su lino bianco.
Il terzo giorno è dedicato al mito di Dioniso come dio della dissoluzione ma anche della resurrezione nella carne identificato con Cristo sulla croce.
Uva, frutta, interiora animali, carne e intestini sono calpestate. Si calpestano carcasse di animali squartati riempite di inestini, vino e sangue.
Un toro sventrato ed un uomo legato ad una croce sono attaccati ad una struttura portatile e condotti alle cantine da attori e musicisti. Tutti i participanti sono ubriachi. Le orchestre suonano una musica in continuo crescendo.
Installazioni con carne, sangue, intestini, organi animali, carcasse di animali squartati, corpi umani nudi.
Azioni eccessive con carcasse di animali. Gli attori si azzuffano in mezzo a carne, sangue e intestini.
Dopo la notte dell’eccesso della morte, l’esperienza dell’eccesso fondamentale, i partecipanti sono portati nella chiara coscienza dell’esistenza.
Il sesto giorno è il giorno della resurrezione in cui l’evento diventa Festival pubblico della gioia dell’essere. Tutti si baciano e abbracciano l’un l’altro in allegria mangiando e bevendo. La felicità  riempie i cuori.
L’identità  con un possibile tutto è stata trovata.

Questo spettacolo ha un prezzo. Il costo dei biglietti stabilito da Nitsch includeva anche cibo e bevande consumati allegramente tra uno sbudellamento e l’altro:

6 giorni: 990 Marchi
3 giorni: 700 Marchi
1 giorno: 430 Marchi

Naturalmente erano previsti sconti per comitive e studenti.

E’ questo il grande “artista” che merita di essere celebrato in un festival o che addirittura merita la cittadinanza onoraria di Asolo? Quali sarebbero le motivazioni che il Comune fornirà  durante la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria? Aver fatto sguazzare delle persone tra ettolitri di sangue di animali? Averle fatte rotolare tra le interiora di Maiali, pecore e Vitelli? O per le edificanti azioni di evisceramento dal vivo? L’amministrazione comunale di Asolo ha mai visto una “performance” di questo individuo evidentemente affetto da gravi turbe mentali?

Facciamo sapere cosa pensiamo di queste iniziative del Comune di Asolo e di Asolo Art Film Festival. Scriviamo una lettera di protesta ai diretti interessati protestando ed esigendo che cittadinanza onoraria e mostre personali vengano consecce a chi veramente fa arte e non spaccia una carneficina per opera o happening.

Copiare in blocco e scrivere:

Scrivere a (con la ,):

info@asolofilmfestival.it, sindaco@comune.asolo.tv.it, vicesindaco@comune.asolo.tv.it, m.baggio@comune.asolo.tv.it, uffici@comune.asolo.tv.it, comune.asolo.tv@pecveneto.it, biblio@asolo.it, info@aiaf.net, organization@aiaf.net, socialmedia@aiaf.net, pressoffice@aiaf.net, presidente@provincia.treviso.it, presidenza@regione.veneto.it

Ed in copia a: info@antennatre.it, cronaca@messaggeroveneto.it, denuncia@gazzettino.it, gabibbo@mediaset.it, redazione@oggitreviso.it, cronaca@tribunatreviso.it

Oppure a (con il ;):

info@asolofilmfestival.it; sindaco@comune.asolo.tv.it; vicesindaco@comune.asolo.tv.it; m.baggio@comune.asolo.tv.it; uffici@comune.asolo.tv.it; comune.asolo.tv@pecveneto.it; biblio@asolo.it; info@aiaf.net; organization@aiaf.net; socialmedia@aiaf.net; pressoffice@aiaf.net; presidente@provincia.treviso.it; presidenza@regione.veneto.it

Ed in copia a: info@antennatre.it; cronaca@messaggeroveneto.it; denuncia@gazzettino.it; gabibbo@mediaset.it; redazione@oggitreviso.it; cronaca@tribunatreviso.it

Niente insulti e/o minacce.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/jvvjk

3 Commenti

  1. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    AsoloArtFilmFestival che ha ospitato la mostra di Nitsch ha risposto alle email di protesta con un testo vergognoso in cui si parla di “democrazia” e di “opinioni” in virtù delle quali, evidentemente, gli organizzatori si sono sentiti in diritto di dedicare una mostra a chi spaccia lo scempio dei corpi altrui e lo strazio delle carni per una “performance” artistica.

    Evidenziamo anche un comunicato stampa del festival: Testo del Comunicato

    Evidenziamo un passo del testo:

    àˆ comprensibile e perfettamente leggittimo essere in disaccordo con la sua maniera di intendere l’arte. Questo non vuol dire che Nitsch debba essere dipinto come sadico sanguinario che si diverte a fare del male a degli esseri indifesi. Chi sostiene questa tesi dimostra una totale incomprensione degli intenti dell’artista.

    Sarebbe interessante capire come può essere dipinto un soggetto che fa ammazzare degli Animali per poi colarne il sangue sul corpo di alcuni attori, o fa dimenare delle persone negli intestini di un Vitello… E’ evidente che chi sostiene che tali atti sono da considerarsi arte ha perso totalmente ogni contatto con la realtà .

    7 settembre, 2010
    Rispondi
  2. Lisa ha scritto:

    Robe da matti…Non ci sono parole…L’umanità  sta degenerando ogni giorno che passa…

    14 settembre, 2010
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *