Poesia: Il Maiale


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

maiale - Poesia: Il Maiale

Da Veganzetta n° 7/ 2013

Il maiale
era lì che mi guardava.
Il macellaio
faceva finta di niente
e gli girava intorno indeciso
col coltellaccio allucinato.
Voltai l’angolo
il maiale pareva
implorarmi a restare
posando alla catena
come un lupo in olfatto.
Così rimasto incantato
non sentì il coltello
forargli la gola
e non vide il sangue
colargli a dirotto.
Era tutto concentrato
a rivedermi apparire.

Salvatore Toma
da Canzoniere della morte

Einaudi 1999

 

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/qZeqv

Un commento

  1. Isemen ha scritto:

    Mi fa piangere, mi strazia il cuore. Mi fa male leggerla questa poesia.
    Non é un inno a questo mio magnifico fratello ma uno stillicidio, un coltello nel mio cuore.
    Guardo quegli occhi e l’unica cosa che mi viene in mente di fare e abbracciare questo magnifico essere e baciargli i piedi, inginocchiarmici davanti e farmi calpestare chiedendo perdono, perdono, perdono.

    12 gennaio, 2014
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *