Nasce la Mappa Vegana Italiana!


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

mappaveganaitaliana - Nasce la Mappa Vegana Italiana!Care lettrici e cari lettori della Veganzetta, siamo lieti di segnalare un piccolo progetto a cui stiamo partecipando attivamente: la Mappa vegana Italiana. E’ da tempo che i media pubblicano notizie sul numero dei vegetariani e dei vegani nel nostro paese: cifre, dati e informazioni approssimative e spesso senza significato. E’ giunta l’ora di contarci e di creare una rete di contatti tra chi concepisce un futuro antispecista e pertanto solidale intra ed interspecifico. Siete caldamente invitate ed invitati ad iscrivervi per incontrare, conoscere, frequentare persone vegane a voi vicine. Avete rotto un rubinetto? Perché non cercare un idraulico vegan? E’ primavera? Volete un bell’orto vegan? Magari vicino a voi c’è chi sa farlo senza l’uso di prodotti animali. Nel sito della Mappa Vegana Italiana c’è un motore di ricerca apposta per voi. Cominciamo da subito a costruire una nuova società  senza crudeltà .

Di seguito l’annuncio ufficiale della nascita della Mappa vegana Italiana.

E’ ora di contarci, accorrete!

La Redazione

Vegan d’Italia unitevi, e partecipate al progetto “Mappa vegana italiana”, un’idea Troglodita Tribe (editoria casalinga) con il supporto di Vallevegan (l’A-fattoria degli animali liberi) e la Veganzetta (approfondimenti vegan). L’obiettivo: scrivere un elenco di luoghi vegan, abitati da persone vegan che divengono punto di riferimento per un nuovo paesaggio, per favorire le richieste, i bisogni, gli scambi e gli incontri fra persone vegan. L’idea della Mappa Vegana Italiana nasce dal concetto di mutuo appoggio tra persone che stanno condividendo una particolare visione del mondo. Al progetto possono partecipare individui, gruppi, aziende, associazioni, comunità , branchi e tribù pronte a fare rete, a disegnare una nuova geografia vegan, antispecista, libertaria. La Mappa Vegana Italiana sarà  realizzata annualmente in forma cartacea (autoprodotta con tecniche di editoria casalinga e arricchita con articoli e notizie), ma sarà  fruibile (con periodici aggiornamenti) anche in forma digitale:
www.mappaveganaitaliana.org

Informazioni:
mappaveganaitaliana@gmail.com
attivismo@vallevegan.org
troglotribe@libero.it
info@veganzetta.org

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/15qb4

9 Commenti

  1. Piero ha scritto:

    La mappa vegana si espande!
    Oltre a cercare professionisti etici, è utile anche per fare rete, per organizzare una protesta, per trovare amiche e amici, per informazioni, per divertirsi…
    Ringrazio sempre la troglotribe per averla pensata e la veganzetta per tutto il supporto.

    23 marzo, 2009
    Rispondi
  2. Tiziana DNL ha scritto:

    Ottimissima iniziativa!!!
    Siamo più di quelli che pensiamo…CONTIAMOCI!!!!!

    25 marzo, 2009
    Rispondi
  3. valentina ha scritto:

    Mappa vegana….una curiosità : ma potrete innamorarvi solo di persone vegane e fare l’amore solo ed esclusivamente con persone vegane????
    A mio avviso leggermente discriminante, ma probabilmente mi sbaglio.
    Un consiglio? Una bella agenzia matrimoniale tra vegani?

    27 marzo, 2009
    Rispondi
  4. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Rispondiamo alla tua domanda con un’altra domanda: tu riusciresti ad innamorarti a comando? Evidentemente no (ci riescono solo in tv a quanto pare), quindi un conto sono i sentimenti, un altro le relazioni. Essere vegani ed avviare una relazione fissa o una convinvenza con chi non lo è può essere un problema. Una relazione interpersonale duratura è frutto del sentimento e della razionalità .
    Suggeriamo di leggere:
    http://www.veganzetta.org/?p=146
    http://www.veganzetta.org/?p=140

    Discriminazione: abitualmente sono i vegani ad essere discriminati, inoltre ci sarebbe anche da discutere sul concetto di discriminazione, se inteso come presa di distanza da chi si rende responsabile della sofferenza di esseri senzienti. Potrebbe sembrare esagerato, ma nessuno (o quasi) reputerebbe discriminazione l’allontanamento di un torturatore dalla società . Anche in questo caso (preso puramente come esempio) ci fa capire che la visione antropocentrica della vita ci permette di giustificare determinate ingiustizie (se poste in atto contro gli Animali) e di condannarne delle altre. Si tratta di visioni diverse del problema.

    Di agenzie matrimoniali per vegani ce ne sono molte nei paesi anglosassoni.
    Fortunatamente da noi non sembra ce ne sia bisogno :=)

    Grazie e a presto

    27 marzo, 2009
    Rispondi
  5. valentina ha scritto:

    Grazie per la risposta. Gli articoli che mi suggerisci li avevo letti in passato.
    Una cosa è certa: per quello che mi riguarda non potrei mai innamorarmi a comando.

    Ciao

    27 marzo, 2009
    Rispondi
  6. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Ciao Valentina,

    allora siamo in due!

    Ti ringrazio per il tuo commento, rimane da dire che ovviamente non esiste una visione dogmatica della questione, pertanto ciascun vegan decide che tipo di rapporto sentimentale vuole avere. Inoltre è pur sempre possibile che il compagno o la compagna decida di cambiare il proprio stile di vita, non si sa mai :=)

    un saluto

    Adriano

    27 marzo, 2009
    Rispondi
  7. valentina ha scritto:

    Hai proprio ragione, anche a me è capitato di modificare in parte il mio stile di vita dopo essermi innamorata di un uomo vegan…che purtroppo è di un’altra.

    Lui non è al mio fianco ma ciò che mi ha insegnato farà  sempre parte della mia vita.

    27 marzo, 2009
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *