Mostra degli Animali “da guerra”


Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Grazie ad alcune collaborazioni per la traduzione, siamo in grado di pubblicare testi tradotti dall’inglese all’italiano riguardanti tematiche animaliste, vegane ed antispeciste.

Cominciamo con l’articolo di seguito tratto dal sito: http://michikonitta.wordpress.com/2007/02/07/animals-war

Traduzione a cura di Andrée Celeste Brentini

LA MOSTRA DEGLI ANIMALI DA GUERRA
LE ULTIME ARMI ANIMALI E LE ULTIME SPERIMENTAZIONI

war1.jpgSQUALI
Gli scienziati stanno effettuando esperimenti che riguardano i trapianti di cervello su animali, in modo che possano essere controllati da lontano per svolgere incarichi come ad esempio rilevare esplosivi, mandare segnali e fungere da spie. Alcuni recenti progetti finanziati dall’ agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa degli Stati Uniti (DARPA) includono “sistemi di controllo biologico e biometrico”, per esempio topi e squali telecomandati.

war2.jpgDELFINI E OTARIE
Nel Marzo 2003, nove delfini ed otarie della marina militare degli Stati Uniti sono stati i primi mammiferi marini a partecipare ad operazioni di eliminazione delle mine in situazione di combattimento attivo nel porto di Umm Qasr, Golfo Persico del nord, Iraq. La marina militare statunitense lavora con mammiferi marini dagli anni ’50.

war3.jpgRilevamento di mine
Delfini addestrati usano il loro sonar biologico(ecolocazione) per allertare truppe militari alla localizzazione di mine situate in mare. I delfini e le otarie vengono addestrati per proteggere i moli, le navi, i porti e gli ancoraggi da parte di nuotatori non autorizzati, sommozzatori e veicoli. I delfini sono stati usati la prima volta durante la guerra in Vietnam. E’ stato osservato che sono stati usati offensivamente per attaccare i sommozzatori nemici, usando siringhe riempite di idrogeno, ma la marina americana nega tutto.

Recupero di oggetti
Fin dal 1975 le otarie della California sono state usate per localizzare e recuperare oggetti che si trovavano sott’acqua.

war4.jpgANIMALI-ROBOT
L’ agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa degli Stati Uniti(DARPA) finanzia anche la ricerca nel campo della robotica. Una compagnia sta sviluppando un robot che imita le azioni di un animale e che è stato progettato per essere usato come mezzo di trasporto. E’ delle dimensioni di un cane di taglia grande o di un mulo di piccole dimensioni. Può arrivare a raggiungere una velocità  di 3.3 miglia all’ora [circa 5km orari, ndt], arrampicarsi a 35 gradi di pendenza e portare un carico di 120 libbre [circa 55kg, ndt]. Un’altra compagnia sta lavorando con la DARPA per dar vita a robot anti-esplosivi, pensati appositamente per difendere i soldati da congegni esplosivi. Un’aragosta robotizzata è stata creata per la marina ed un robot marsupiale è stato usato per le operazioni di ricerca e salvataggio presso il World Trade Center, a seguito dell’attacco terroristico dell’11 Settembre.

war6.jpgLAIKA, IL POVERO CANE
L’Unione Sovietica ha mandato in orbita, sullo Sputnik 2, il primo cane, Laika, il 2 Novembre del 1957. Laika era una randagia addestrata in modo particolare. Anche se lo Sputnik 2 fu dotato di sistemi di supporto vitale, tuttavia non era stato progettato per tornare sulla terra. Laika morì di surriscaldamento e stress poche ore dopo l’inizio della missione. Lo Sputnik 2 fece il giro della terra ben 2570 volte e s’incendiò nell’atmosfera terrestre il 4 Aprile 1958. Almeno altri 13 cani furono mandati in orbita tra il Novembre del 1957 ed il Marzo del 1961. Cinque cani morirono in viaggio.

war8.jpgCANARINI
Ufficiale britannico con 2 canarini, 1918. I canarini venivano usati per rilevare gas tossico durante la prima guerra mondiale.

war9.jpg

MAIALI
Soda il maiale fiuta un dispositivo anti-uomo nel sud di Israele, nel Settembre 2003. E’ stato scoperto che i maiali hanno il senso dell’olfatto più sviluppato rispetto ai cani e sono più facili e meno costosi da addestrare.

war10.jpg

TOPI
Un grosso topo con sacca guanciale fiuta l’odore di una sospetta mina anti-uomo, Mozambico, 2004.
I topi con sacca guanciale sono in grado di ripulire circa 150mq nel giro di 30 minuti e riescono a rilevare la maggior parte dei tipi di mine. Per addestrare un topo ad individuare mine, il prezzo è di circa mille sterline, che equivale ad 1/5 di quanto costerebbe addestrare un cane per lo stesso compito.

BOMBE ANIMALI
war11.jpgNegli anni cinquanta al Camp Detrick, in Maryland, l’esercito americano sviluppò un piccione-bomba con il tentativo di perfezionare un metodo per distruggere le scorte del nemico. Le piume del piccione erano cosparse di spore di ruggine da cereale, una malattia che colpisce le coltivazioni. E’ stato scoperto che dopo un volo di 100 miglia, sulle piume del piccione rimanevano spore sufficienti ad infettare i fiocchi d’avena nelle gabbie. I militari provarono, poi, a far cadere i piccioni dal velivolo, proprio sopra le Isole Vergini. Alla fine fecero a meno degli uccelli vivi e riempirono una bomba a grappolo con piume di tacchino contaminate. Le prime bombe anti-coltivazioni furono prodotte per l’aviazione militare degli Stati Uniti nel 1951.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/1zibj

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *