L’ultimo peto della PETA


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

La PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) nota associazione statunitense animalista ha colpito ancora.
Questa volta con un video ci dice che se si diventa vegani si acquista una maggiore potenza sessuale. Ci mancava proprio questa, grazie.

La lista dei peti della PETA è lunga e variegata, una serie di pubblicità e prese di posizione che oscillano dal cattivo gusto, al sessismo esplicito. Ormai il filone è consolidato: la PETA immagina un mondo di maschi vegani con enormi falli, che ballando inseguono tutto il giorno avvenenti ragazze dai grandi seni e dal cervello inesistente. Quando la smetteranno di propinarci queste visioni machiste, sessiste e in generale stupide che paiono uscire dalle pagine di Caballero, la nota rivista erotica targata anni ’70?

Buona lettura

Fonte: www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/08/mangia-bene-e-vivi-meglio-per-peta-essere-vegani-aumenta-potenza-sessuale/407456/

Peta: essere vegani aumenta la potenza sessuale
Secondo l’associazione animalista una dieta priva di proteine animali può accrescere la virilità degli uomini. L’ultima provocazione all’interno di una querelle infinita

di Puntarella Rossa | 8 novembre 2012

Una nuova pagina dell’infinita contrapposizione tra vegani e “carnivori” è pronta ad essere scritta. Lo spunto viene dall’ultima produzione video della Peta, l’associazione animalista nota anche per le sue campagne-shock di sensibilizzazione (spesso con la collaborazione di affermate star dello spettacolo) e per quelle contro le aziende accusate o sospettate di maltrattare gli animali. 

Nella clip si possono osservare dei normalissimi uomini, la cui virilità è stata però sostituita da ortaggi di notevoli dimensioni. Il messaggio che si vuole trasmettere è che una dieta priva di proteine animali è benefica per la salute dell’uomo e può anche accrescerne le performance tra le lenzuola. O sul divano, o sul tavolo, o insomma dove preferite.

Il virale – la verità si dica – è simpatico anche se non brilla per eleganza e appare un poco meno “al limite” di quelli precedenti, che puntavano sulla medesima associazione veganismo-potenza sessuale. Qualche mese fa, infatti, la Peta inventò addirittura una finta malattia (BWVAKTBOOM) pubblicando un video dove compariva una ragazza, emaciata ed acciaccata a causa dell’eccessivo furore agonistico del fidanzato, recentemente convertitosi alle verdure. Una campagna che, accusata di maschilismo e di eccessiva leggerezza su un tema come la violenza domestica, finì nel mirino in diversi paesi europei. (…)

Fabio Pisanu

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/733y5

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *