L’animalismo di Forza Nuova


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

Fonte: www.atnews.it/2011/12/17/leggi-notizia/argomenti/attualita-1/articolo/la-spadafora-aderisce-alla-lista-civica-linea-verde-animambiente.html

La Spadafora aderisce alla lista civica Linea Verde – Animambiente

Alessandria, nella prossima tornata elettorale, si presenta il vice-coordinatore regionale di Forza Nuova in Piemonte

Annunciamo ufficialmente la candidatura di Angela Spadafora nella lista per gli animali e l’ambiente “Linea Verde – Animambiente”.

Trentacinquenne, vegan, attivista animalista, impegnata in particolare nella lotta contro la vivisezione e per l’abolizione della caccia, vice-coordinatore regionale di Forza Nuova in Piemonte, ha dichiarato: “Conosco Stefano Bovone da tempo e lo stimo per il suo impegno concreto a favore degli animali. L’idea di una lista civica non ideologizzata politicamente che avesse come unico obiettivo la tutela degli animali e la salvaguardia dell’ambiente mi è da subito piaciuta – dice – Inoltre, l’onestà e la concretezza delle proposte in programma, nonché la serietà e preparazione tecnica delle persone in lista, sebbene alcune politicamente molto distanti da me, mi hanno convinta ad impegnarmi personalmente in questo progetto. Ringrazio i vertici del mio partito per avere acconsentito a questa mia candidatura”.

——————————————————-

Il nostro commento:

Sarebbe molto interessante capire per quale incredibile alchimia una rappresentante di un partito neofascista si possa interessare dei diritti di chi non ha alcun diritto, quando l’ideologia che rappresenta e che propaganda si basa sulla discriminazione del diverso.
A chi non vede nulla di strano in questa candidatura (ammesso e non concesso che serva candidarsi ad una lista politica per difendere gli Animali), suggeriamo di leggere i documenti contenuti nei seguenti due link e di riflettere sulla questione. Per quanto ci riguarda riteniamo assurde e fortemente dannose queste iniziative atte solo a strumentalizzare la questione animale, e a raccattare i voti di chi ingenuamente crede che chi discrimina gli Umani possa aiutare in qualche modo gli Animali.

http://www.veganzetta.org/?p=698
http://www.veganzetta.org/?p=781

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/VUyCv

14 Commenti

  1. Angela Spadafora ha scritto:

    Sono Angela Spadafora: sono rimasta allibita e dispiaciuta nel leggere il vostro commento. Premetto, prima di rispondervi, che, pur rimanendo forzanovista (e non neofascista!), non sono più esponente e militante di Forza Nuova: rispondo, quindi, a puro titolo personale. Cosa c’è di cosi incredibile nel fatto che un’antispecista aderisca a Forza Nuova? Ritengo il forzanovismo un’ideologia antiimperialista ed anticapitalista che va oltre i concetti di destra e sinistra, che difende la vita e la libertà di manifestazione del pensiero, che lotta contro massoneria, poteri forti ed ogni forma di sfruttamento dell’uomo sull’uomo (evidentemente favorito, consapevolmente o meno, da chi sostiene oggi, in un sistema capitalistico qual’è quello attuale, l’immigrazione). Da antispecista condanno non solo le discriminazioni verso, come lo chiamate voi, il “diverso” umano, ma, ovviamente, anche quelle contro il “diverso” non umano. E non mi pare proprio che il forzanovismo si “basi” sulla discriminazione del “diverso” umano: avere una posizione politica di contrarietà all’immigrazione è una cosa, discriminare una persona perchè ha un colore o un pensiero diverso è altro. Perchè ho accettato di candidarmi in una lista animalista/ambientalista, dove ci sono, peraltro, attivisti animalisti di varia provenienza politica (Stefano Bovone, il resp. prov. della LAC, non è certo forzanovista)? Perchè è gente con cui faccio attivismo animalista, per cui sono certissima che non ha intenzione di strumentalizzare gli animali. A cosa serve candidarsi in una lista animalista? Serve, prendendo CHIARAMENTE posizione, a dar voce a coloro che non ne hanno proprio in quei contesti in cui si decide anche per loro. Ammesso che si ci arrivi in quei contesti! Del resto, per chi ha mire diverse è più facile scegliere altre strade! E cmq tranquillizzatevi: non è detto che la lista la presentiamo. Sapete c’è il referendum contro la caccia da seguire e troppe cose insieme non riusciamo a farle! Resta comunque il disprezzo per chi strumentalizza gli animali per far prevalere le proprie simpatie politiche su quelle degli altri. Continuerò a leggere la Veganzetta anche se m’avete fatto proprio arrabbiare.

    3 marzo, 2012
    Rispondi
  2. Angela Spadafora ha scritto:

    Sono impegnata nella campagna per il referendum sulla caccia e non ho, francamente, molta voglia di star dietro alle attività speculative altrui. Gli animali non si salvano con l’onanismo mentale umano. Mi dispiace per te, Francesco, ma sono distante anni luce dall’ideologia nazista. Io ritengo inviolabile il diritto alla vita di ogni essere senziente. E non esiste alcuna superiorità razziale. Per i nazisti non era cosi.

    1 maggio, 2012
    Rispondi
  3. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Ciao Francesco,

    Non ci stupiamo affatto che persone appartenenti alla destra o all’estrema destra possano essere animalisti, ci rifiutiamo però di accettare che si definiscano antispecisti: è molto diverso.
    Come potrai leggere dallo stesso link che tu hai proposto la Germania nazista perseguitò tutte le associazioni vegetariane presenti nel paese. La loro concezione di protezione degli Animali ricade nel concetto di protezione del suolo, della razza e della patria.

    Per Spadafora: http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/04/30/foto/croci_celtiche_e_saluti_romani_al_corteo_in_ricordo_di_ramelli-34204001/1/

    1 maggio, 2012
    Rispondi
  4. andrea ha scritto:

    E’ tipico delle frange dell’estrema sinistra appropriarsi di tematiche che, guarda un po’, sono sorte in ambiti reazionari: dal movimento volkisch fino ad arrivare al nazionalsocialismo( ed è inutile che iniziate a sbuffare dal naso) . L’appropriazione delle tematiche animaliste nell’ambito della sinistra è piuttosto recente: quando poi sento parlare di LIBERAZIONE ANIMALE come propedeutica alla liberazione umana, beh confermate la mia tesi che il vostro lottare per gli animali ricada in un bieco antropomorfismo. A riprova della mala fede di certi ambienti anarco-antispecisti, vorrei far notare come la FAI ha preso le distanze da Walter Bond nel momento in cui si è pronunciato contro l’aborto: Walter vale più di 100000 antispecisti di maniera che pullulano nel mondo animalista….Che poi una persona deve per forza essere pro gay e pro immigrati per essere uno che lotta per gli animali…beh siamo seri va:::::la mia lotta di liberatore è vecchia di tanti anni…..e non ho certamente idee di “sinistra”…..Per voi non sono antispecista? e che mi importa dell’etichetta? so io cosa vuol dire amare gli animali….e ammetto non amo per niente gli esseri umani.Contraddizione? Questa appartiene alla vostra fumosa filosofia dove vi arrampicate sugli specchi per portare addirittura il marxismo ad abbracciare tematiche che non sono sue in quanto profondamente antropocentrico, scientista e razionalista…PER CORTESIA DAI… A proposito, tutti gli animali che ho liberato, non mi hanno mai chiesto se fossi fascista o meno!!

    7 agosto, 2012
    Rispondi
  5. diecimici ha scritto:

    Bravo Andrea!

    13 agosto, 2012
    Rispondi
  6. Francesco Rotta ha scritto:

    Riguardo i morti del comunismo del passato sono stati diverse decine di milioni http://www.liberalsocialisti.org/articol.php?id_articol=376 anche se, come al solito, viene calato un velo di omertà. Attualmente al mondo, come si sa, di comunismo si continua a morire..

    Riguardo i crimini del comunismo che ci ha riguardato direttamente vedasi http://it.wikipedia.org/wiki/Massacri_delle_foibe

    Riguardo la sinistra animalista italiana contemporanea si vada ad una manifestazione “animalista” per vedere vietare alla Brambilla di presenziare od offrendo in un’altra manifestazione questo spettacolo indegno (al quale ho assistito solo acusticamente poichè ero già avanti) che offre puntualmente la sinistra animalista italiana ogni volta che si esprime http://www.youtube.com/watch?v=LViObW_Luk4. Il Partito Animalista Europeo l’ha definita UNA VERGOGNOSA STRUMENTALIZZAZIONE e voi continuate a darne conferma. Squadracce anarchiche (di sinistra) in stile fascista che inveiscono insultano i manifestanti di destra. VERGOGNATEVI!

    Invece che condividere le idee animaliste provenienti da qualsivoglia parte politica non perdete l’occasione per discriminare, inveire, insultare,…

    Piuttosto per me sarebbe interessante capire come si fa a conciliare realtà dipinte con fiumi di sangue DOCUMENTATI e violenze con l’animalismo. Detto questo ben felice di vedere che il movimento animalista cresce sempre di più (nonostante le squadracce comuniste).

    Francesco Rotta

    19 febbraio, 2013
    Rispondi
  7. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Carto Francesco Rotta,

    E’ del tutto evidente che anche tu fai parte di quella folta schiera di persone che vogliono far finta di non capire e che vedono solo quello che vogliono vedere, “tralasciando” tutto il resto.
    Lo stesso tempo che hai impiegato per scrivere questa tua piccola lezione di storia moderna, lo potresti impiegare per cercare nel nostro sito tentando di trovare dove e quando abbiamo parlato a favore di un partito politico istituzionale invitandolo a partecipare a manifestazioni o altro.
    Sempre se ti rimane tempo potresti impiegarlo leggendo questo nostro articolo: http://www.veganzetta.org/?p=2066
    che evidentemente non hai letto o voluto leggere.
    Ti accorgerai che per quanto ci riguarda non gradiamo affatto chi inneggia alle foibe.
    Te ne eri accorto?
    E visto che ci sei leggiti se ti va pure questa pagina: http://www.veganzetta.org/?page_id=107

    Il Partito Animalista Europeo non ci rappresenta e per noi non esiste, come del resto non ci rappresentano e non esistono nel nostro orizzonte altri partiti politici che tentano di entrare a far parte del sistema di governo di questa società. Persone come la Brambilla fanno ciò che altri scaltri politici professionisti come lei fanno in altri ambiti: cercano voti.

    Quindi in conclusione: temiamo fortemente che tu abbia sbagliato sito a cui rivolgere le tue invettive.

    Buona lettura.

    19 febbraio, 2013
    Rispondi
  8. Francesco Rotta ha scritto:

    Chi ha mai detto che inneggiate le foibe dico solo che per voi l’estrema destra rappresenta solo quanto più di negativo ci possa essere e che l’accostamento all’animalismo è incoerente, deleterio e soprattutto opportunista e vi indignate se una persona di estrema destra si mostra anche animalista mentre non vi sorprendete se un comunista sia anche animalista nonostante sappiate molto bene cosa rappresenti veramente il comunismo al mondo e non quello che si legge sui libri ma quello della vita vera.

    Come ben saprai nei paesi comunisti si discrimina, si tortura e si….AMMAZZA e non solo in Cina, Corea del nord, Vietnam,… ma anche nella “civilissima” Spagna come fece il tanto idolatrato dai nostri amati concittadini Zapatero http://archiviostampa.globalist.it/it/articoli/art.aspx?id=6392.
    Sempre nella civilissima Spagna ci sono le perreras dove le istituzioni, come ben saprai, risolvono il problema del randagismo infilando i cani nelle camere a gas proprio come facevano i nazisti… e se vuoi salvare un cane te lo devi comprare. Nell’est europeo invece sparano direttamente per strada ai cani indifesi che si avvicinano in cerca di cibo o affetto.
    Quindi alla luce di questo spero che anche tu sia sorpreso quanto me quando un candidato comunista si professa anche animalista.

    Tornando a “noi” in queste scene http://www.youtube.com/watch?v=LViObW_Luk4 squadracce di finti anarchici inveiscono SEMPRE E SOLO contro CIVILISSIMI MANIFESTANTI DI DESTRA allontanandoli minacciandoli mentre tu giustamente prendi le distanze dall’indignazione del Partito Animalista Europeo perchè in fondo condividi questo comportamento, giusto?

    Per finire leggiti i punti che delineano lo spirito di Forza Nuova http://forzanuova.org/ e scrivimi in quali punti si parla di violenza, discriminazione ecc… ? e soprattutto dimmi cosa di questa pagina non ti piace http://forzanuova.org/comunicati/direttiva-europea-sulla-vivisezione-fn-regalo-le-multinazionali-del-farmaco.

    E la prossima volta che vedi un candidato di estrema destra votata all’animalismo invece che lanciare battute invettive o altro, se sei un vero animalista, RINGRAZIALO.

    Volete che le cose cambino ma appena di avvicina un politico (di destra) attento alle campagne animaliste gli inveite contro dandogli dell’raccattavoti. Se invece parla di riduzione delle tasse, del rilancio del paese, di accoglienza dell’immigrato non è un raccattavoti? Il punto è che la questione animalista è solo di sinistra (che però non muove uno spillo) e se si avvicinano persone di destra tirate fuori gli artigli sguinzagliando anarchici (così non vi sporcate le mani) o inveendo in blog vari perchè l’animalismo è di sinistra e guai a chi lo tocca.

    20 febbraio, 2013
    Rispondi
  9. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Francesco stai continuando a parlare per tuo conto senza ascoltare ciò che abbiamo da dire. Ti abbiamo suggerito di leggere alcuni testi da noi pubblicati, fallo e poi rispondici con cognizione di causa senza farci perdere dell’altro tempo.

    Noi non ringraziamo nessuno tranne te che con i tuoi post testimoni in modo lampante quanta confusione e qualunquismo ci siano non solo nei tuoi ragionamenti, ma all’interno dell’animalismo italiano.

    20 febbraio, 2013
    Rispondi
  10. Francesco Rotta ha scritto:

    Certo che sentirsi dare del qualunquista dal principe dei qualunquisti è quanto meno ironico. Io ho citato filmati e documenti di cronaca (non smentiti e non smentibili perchè VERI). Tu invece hai profuso solo aria faziosa ispirata a stereotipi da centri sociali senza invece leggerti e commentare le vere ideologie di Forza Nuova.
    Se fossi d’accordo su frasi come “Sarebbe molto interessante capire per quale incredibile alchimia una rappresentante di un partito COMUNISTA si possa interessare dei diritti di chi non ha alcun diritto, quando l’ideologia che rappresenta e che propaganda si basa sulla discriminazione del diverso. ” allora poi dammi pure del qualunquista.

    20 febbraio, 2013
    Rispondi
  11. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Le ideologie di partiti, gruppi o associazioni fasciste o di destra le conosciamo e proprio per questo le avversiamo.
    Se tu le condividi vai a scrivere nei loro blog e non farci perdere dell’altro tempo.
    Non conosciamo rappresentanti di partiti comunisti e non ci interessano, pertanto non cerchiamo il loro appoggio, lo abbiamo già detto ma tu evidentemente non vuoi o non puoi capire.
    Di pubblicità a questi gruppi nei hai già fatta abbastanza. La questione è chiusa.

    20 febbraio, 2013
    Rispondi
  12. giorgio ha scritto:

    Siamo animali anche noi, e chi è violento con gli umani o sta dalla parte di chi li sfrutta contribuisce ad una cultura di sopraffazione che si ritorcerà anche contro gli animali, magari non per mano loro ma per mano dei loro figli o nipoti. Questo a prescindere dalle ideologie, destra sinistra o centro. Ma i fascisti dell’essere violenti ne fanno un motivo di onore, e per quanto riguarda il lottare contro il sistema io in piazza non li ho mai visti, se non a provocare. Adesso cercano adepti utilizzando gli animali. Occhio!

    23 marzo, 2015
    Rispondi
    • Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

      Ciao Giorgio,
      La violenza non ha confini, nemmeno quelli di specie, e per divenire violenti oltre a ciò che abbiamo già dentro come specie umana, è necessaria una scuola, un’educazione alla violenza: la nostra società crea separazioni, graduatorie, voti, gerarchie e le impone a chi ne fa parte, in questo modo ci permette un esercizio quotidiano (volontario o meno) della violenza e del dominio, così facendo ci abituiamo a essere violenti con chiunque, soprattutto con i più deboli: gli Animali.
      Il fascismo è un’ideologia basata sul privilegio di alcuni, sulla disuguaglianza, sulla violenza e sulla discriminazione, nonché sulla conservazione dello status quo, ciò è assolutamente incompatibile con il pensiero antispecista. Occhio.

      25 marzo, 2015
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *