Incendiato un laboratorio di vivisezione in costruzione in Brasile


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

320312 - Incendiato un laboratorio di vivisezione in costruzione in Brasile
In portoghese
http://www.ativismobrasil.net/ataque-incendiaacuterio-agrave-ufsc.html
in inglese
http://www.directaction.info/news_nov18_11.htm

Comunicato anonimo da ativismobrasil.net:

“Era una notte silenziosa nelle prime ore del 20 settembre 2011, sotto una leggera pioggerellina all’università  federale di Santa Catarina (UFSC), Florianopolis, Brasile.
L’ALF è entrata nel campus tagliando la rete che lo separa dalla strada.

Dopo aver visitato il posto dove sono tenuti in cattività  capre, uccelli, topi e cani per essere torturati e uccisi abbiamo visitato il palazzo, non ancora finito, dove si trasferirà  la divisione dei test biologici. Molte attrezzature per la tortura erano già  pronte all’interno del nuovo edificio.

Questa non era la nostra prima visita, dato che questa azione era stata programmata da mesi.

Alle ore 4 di quella gloriosa mattina, abbiamo versato circa 15 litri di benzina e cherosene sulle costose attrezzature come se annaffiassimo una pianta per vederla fiorire. Benedetta per la distruzione, la mattina è stata illuminata con un semplice fiammifero, lasciando che il fuoco compisse il suo dovere nel distruggere quel vile edificio. Abbiamo trovato rifugio nella vicina foresta che é stata per lungo tempo testimone delle urla degli animali torturati in quel complesso. Oggi loro sanno che le loro voci sono state udite e li abbiamo lasciati con la promessa di ritornare, presto.

Potete provare a trovarci, ma non ci riuscirete perchè l’ALF non è da nessun parte ma tuttavia noi siamo ovunque.

Potete provare a giustificare la vostra sete di denaro e avarizia anche quando significa prendere delle vite ad esseri senzienti, ma noi siamo coloro che agiscono in nome della verità .

Potete provare a dimenticare le vostre colpe mentre cercate di dormire la notte, ma noi siamo coloro la cui coscienza tiene svegli la notte, ma saremo svegli e busseremo alle vostre porte quando meno ve l’aspettate, alle vostre università , al vostro lavoro, alle vostre case.

Celebriamo con questa azione del 20 settembre 2011 il recente rilascio di Kevin Kjonaas, l’ultimo attivista di SHAC 7 ad essere scarcerato, e lo dedichiamo a tutti coloro che rischiano la loro vita e libertà  per lottare per la libertà  degli altri.

FINCHE’ TUTTI NON SARANNO LIBERI
ALF – Brazil

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/StQkS

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *