Imitazione dell’animale


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

Da una nostra lettrice:

***********

Imitazione dell’animale

Estroso balzi in libera obbedienza
alla Gran Madre che ti circoscrive
di ramo in ramo o lungo mari d’erba,
respiri muto nei liquidi abissi
o sull’arido strisci, dentro il gioco
immutabile preda e predatore

come noi nell’infanzia – lunga infanzia –
della ragione, a paura o piacere
come te sottomessi, ma come te sereni
solo agli estremi della nostra scala
a spirale, il selvaggio e il santo: sei
la nostalgia, il sogno del ritorno
di noi bastardi angelico-ferini
che non sopportano la tua innocenza
nell’età  dell’orgoglio elettronico: e cacciato,
rinchiuso, sezionato, ucciso, sei
l’amara spoglia della sontuosa
sconfitta di un Adamo che ti ha dato
il nome e tolto la sostanza: eppure
come al principio ci guardi – paziente
d’attesa forse ironica, con gli occhi
immemoriali – ripetere il tuo
stesso viaggio da uovo a carogna.

Maura Del Serra

Questo è un mio piccolo contributo per la “Veganzetta”

Un saluto beneaugurante
Maura Del Serra
http://www.nuovorinascimento.org

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/chzag

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *