Eliminati i laboratori didattici di vivisezione sui cani in USA


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

dog 3951 - Eliminati i laboratori didattici di vivisezione sui cani in USA

Fonte:
New York Times, Killing Dogs in Training of Doctors Is to End, 1 gennaio 2008.

A febbraio chiudera’ l’ultimo di questi inferni, alla Scuola di Medicina Case Western Reserve.

Il New York Times del primo gennaio 2008, riporta la buona notizia: entro febbraio, da tutte le scuole di medicina degli USA sarà  bandito il cosiddetto “laboratorio dei cani”, una pratica didattica che prevedeva di operare cani vivi e sani aprendo loro il torace per esaminarne il cuore battente, e poi ucciderli a fine lezione.

Questo orrore, per anni combattuto dalle associazioni antivivisezioniste statunitensi, è stato pian piano eliminato da tutte le università  di medicina, ma ne esisteva ancora una in cui questa “tradizione” sopravviveva, la Case Western Reserve School of Medicine. Da febbraio anche questo laboratorio chiude i battenti.
La penultima scuola a eliminare questa pratica, è stata, il 19 novemnre scorso, il New York Medical College. Tra le 126 università  di Medicina degli USA, 11 utilizzano ancora animali per la didattica (non il laboratorio dei cani, ma altri tipi di esperimento, su altri animali), secondo quanto riporta il PCRM, Comitato di Medici per una Medina Responsabile.
Un decano della New York Medical College ha dichiarato che ora i suoi studenti usano l’ecocardiogramma per studiare le funzionalità  del cuore, sui loro compagni, anziché sui cani crudelmente fatti a pezzi e uccisi. Lo stesso medico afferma che comunque l’uso di animali “non veniva fatto alla leggera, e aveva il suo valore”, cosa di cui dubitiamo fortemente, ma che comunque gli studenti “diventeranno bravi medici anche senza di quelli”. Aggiungiamo: diventeranno medici migliori, visto che non impareranno a disprezzare la sofferenza, e anzi, a infliggerla, come accadeva in questi laboratori.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/nngpn

Un commento

  1. Monica ha scritto:

    Finalmente una buona notizia…

    5 gennaio, 2008
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *