Da Ippoasi: a che punto siamo arrivati?


Tempo di lettura stimato:
3 minuti

fattoria-ippoasiCOMUNICATO UFFICIALE

FATTORIA DELLA PACE IPPOASI ONLUS

Marina di Pisa, 13 dicembre 2012

Il consiglio direttivo di Ippoasi desidera rendere partecipi tutte le persone che hanno a cuore questa realtà sui recenti sviluppi e sul futuro del rifugio.

Come alcuni di voi sapranno, a seguito dello sfratto, è ancora in corso la trattativa con il Parco di San Rossore per l’assegnazione di un terreno da utilizzare per il rifugio degli animali. Ad oggi si è individuato il luogo possibile, che abbia le caratteristiche ideali per l’accoglienza degli ospiti del rifugio e anche la destinazione d’uso adeguata. Siamo in attesa dell’approvazione del progetto da parte del Consiglio del Parco e della conseguente assegnazione prevista per il 21 dicembre (sempre che la profezia Maya non si avveri!!!). Nel frattempo abbiamo siglato un accordo con la proprietà del terreno su cui è collocata attualmente Ippoasi che prevede il rilascio entro il 19 novembre degli appartamenti, peraltro già avvenuto, ed entro il 15 gennaio del terreno degli animali. Ci siamo trovati costretti ad accettare queste condizioni perché altrimenti si sarebbe corso il rischio di subire una richiesta danni per l’occupazione che sicuramente avrebbe comportato non poche spese a carico dell’Associazione, liquidità che si preferisce spendere per il benessere degli animali.

Pertanto ad oggi ci troviamo senza una sede per l’Associazione e a dover lasciare il terreno entro la metà di gennaio.

Probabilmente, benché non ci sia concesso neanche un minimo margine di errore a causa della ristrettezza dei tempi, contiamo di essere in grado per allora di trasferire gli animali nella proprietà del parco; noi continueremo a fare tutto il possibile affinché ciò avvenga!

Nonostante le grandi difficoltà, la Fattoria della Pace Ippoasi ONLUS continuerà il proprio percorso che con tanto amore, dedizione e sostegno di tanti amici sta svillupando da anni.

Il riscontro e l’apprezzamento da parte delle persone verso Ippoasi si sono manifestati in maniera esponenziale sin dalla nascita. Questa crescita, unita forse anche all’inesperienza nel gestire un’associazione, ha fatto si che venissero sottovalutate dinamiche che hanno portato confusione e contrasti tra alcuni soci.

Teniamo a precisare che il consiglio direttivo non vuole assolutamente ignorare queste problematiche, ma soltanto affrontarle una volta acquisita la certezza di aver sistemato adeguatamente gli animali e il rifugio che hanno, a nostro avviso, la priorità su tutto.

Ci siamo dovuti inoltre scontrare con la difficoltà di far comprendere ai soci e alle persone responsabili della gestione del rifugio la necessità e la gravità del lavoro richiesto quotidianamente per portare avanti il progetto. La presenza di animali non comunemente conosciuti, molti dei quali di grossa taglia, rende non sempre scontata né semplice l’interazione con gli ospiti, talvolta resa ancora più difficile da problematiche psicofisiche e relazionali che alcuni animali hanno ereditato dal loro passato.

Vi è inoltre la costante pressione causata dalle continue richieste che ci pervengono di animali in cerca di rifugio.

Un primo passo da compiere una volta trasferito il rifugio, sarà di puntualizzare e valorizzare l’importanza dell’impegno concreto e della dedizione necessari per una corretta cura degli animali e una buona riuscita di tutte le attività correlate, grazie a una migliore comunicazione tra le persone attivamente partecipanti.

In ogni caso, nonostante la tensione costante di questo complesso periodo, non ci hanno impedito di portare avanti tutte le attività di cui ci siamo sempre occupati.

Cogliamo l’occasione per informare che abbiamo appena lanciato una raccolta fondi per coprire le spese che dobbiamo affrontare per l’allestimento del nuovo terreno e per il trasferimento di tutti gli animali e le attrezzature.

Sono mesi che spingiamo affinché ci venga dato un nuovo spazio, adesso che ce l’abbiamo fatta chiediamo il contributo di tutti affinché il sogno diventi realtà!

Costruiamo insieme la nuova Ippoasi!

Potrete trovare tutti i dettagli e le informazioni sul sito:

http://www.buonacausa.org/ippoasi

Ricordiamo, infine, che le porte dell’Ippoasi sono sempre aperte a tutti e rinnoviamo l’invito a venirci a trovare per conoscere personalmente il nostro operato.

Un sincero grazie da parte di tutta la comunità animale di Ippoasi!

Il consiglio direttivo

Christian Luciani, Stefano Forgione, Valentina Grazzini.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/2VXAO

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *