Da attivista a terrorista: Jake Conroy (ex SHAC) a Treviso


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

conroy-treviso-26-08-2015

Un appuntamento da non perdere:

Mercoledì 26 agosto 2015, ore 19,30
CSO Django, Via Daniele Monterumici, 11 – Treviso
Jake Conroy: From activist to terrorist
La repressione dell’attivismo animalista negli USA

a seguire ricco buffet vegan a offerta libera
Gradita prenotazione: eventi@liberitutti.org

Jake Conroy è un attivista americano che ha contribuito a fondare la Ocean Defense International, partecipando anche alla prima azione diretta di sabotaggio alla caccia alla balena sulle coste nordamericane.
Ma soprattutto è conosciuto per la campagna Stop Huntingdon Animal Cruelty USA (SHAC USA), una delle più radicali iniziative per la liberazione animale: è proprio a causa del suo coinvolgimento in SHAC che Jake è stato arrestato e condannato a 48 mesi di carcere grazie a leggi speciali emanate dal governo per reprimere movimenti animalisti ed ecologisti.

Jake parlerà proprio del suo coinvolgimento nella campagna Stop Huntingdon Animal Cruelty USA (SHAC USA) e della repressione che la ha colpita. Nello specifico si presenterà il ruolo che il governo degli Stati Uniti, ma anche investigatori privati assoldati dalle aziende multinazionali e l’Agenzia Federale Penitenziaria americana, hanno giocato nel tentativo di fermare la lotta ecologista e per la liberazione animale nel Nord America.

Si discuterà dell’esperienza di essere bersaglio di una investigazione federale anti terrorismo nell’America post 11 Settembre, di come si possa continuare a vivere, muoversi ed a lottare quando si è inclusi/e in liste di alta sorveglianza e lo Stato tenta di monitorare ogni nostra attività o spostamento.

www.facebook.com/events/409046725953538/

LiberiTutti organizzatrice dell’evento chiede di divulgare il seguente appello:

Se qualcuno avesse voglia e possibilità di preparare qualcosa ci aiuterebbe tantissimo! Per coordinarci al meglio nella preparazione del buffet chi fosse disponibile può scrivere a info@liberitutti.org, oppure mandare un messaggio privato alla pagina di LiberiTutti

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/AIn2N

4 Commenti

  1. Roberto Contestabile ha scritto:

    Credere ancora che i fatti dell’11 settembre 2001 siano stati causati da uno sceicco nascosto in una grotta, significa non capire le regole macabre e micidiali di una società capitalista sanguinaria. Il potere macabro e micidiale delle multinazionali, specialmente quelle specializzate in produzioni altamente deleterie, va ben oltre ogni ragionevole cognizione. Come poter abbattere e cancellare definitivamente questo predominio indiscusso che regna ormai da molti decenni? Una forma autoritaria di controllo delle masse che auspica un futuro dipendente e schiavizzato oltre l’attuale situazione già drammatica. L’attivismo diretto tramite esposizioni personali fisiche è un grande gesto di coraggio che va ricordato, diffuso e rappresentato nella memoria di tutti. Questo per far sì che ognuno possa considerarsi parte integrante di una società libera da induzioni e costrizioni, libera di potersi ribellare pacificamente o laddove permesso con mezzi alternativi non violenti.

    16 agosto, 2015
    Rispondi
    • zibibbo ha scritto:

      Credere ancora che i fatti dell’11 settembre 2001 NON siano stati causati da uno sceicco nascosto in una grotta significa non capire in che mondo si vive o vivere in un mondo che si capisce meglio ma che non ha legami con la realtà

      19 agosto, 2015
      Rispondi
  2. Roberto Contestabile ha scritto:

    Caro zibibbo…porsi domande ed eventualmente dubbi su una realtà o episodio accaduto che riguarda miliardi di persone…è assolutamente obbligatorio, oltre che responsabile per un concetto di pace assoluta tra esseri viventi.
    Informarsi e cercare possibili alternative ad uno stile di vita attuale…è sintomo di creatività e dovere etico, oltre che simbolo di libertà.
    Il capitalismo attuale d’origine americana ha prodotto negli ultimi decenni episodi tanto discutibili quanto deleteri. Tanto quanto ogni forma autoritaria di predominio sulle masse popolari. Studiare ogni singolo episodio storico nella sua interezza può liberamente scaturire ampie vedute utili a considerazioni plausibili. Tutto questo per opporsi ad uno stato attuale assolutamente sanguinario, e lo sfruttamento Animale ne è la prova concreta. Se esso non esistesse non credo che oggi si parlerebbe di terrorismo o fame nel mondo, come non si parlerebbe di difesa delle nazioni. Il nazionalismo regna ancora oggi in altre forme più soft e lecite grazie proprio ad induzioni forzate e mistificate come lo è per esempio la televisione…lo strumento delirante che ha permesso la visione di quei tragici momenti. Guarda caso lo stesso che anni prima ci aveva delizionato di un omino a passeggio sulla Luna.
    Una speculazione finanziaria che crea produzioni altamente distruttive ma significative ed essenziali ad alimentare il capitalismo…si traduce in: autocelebrazione del sistema stesso! E le due Torri sono state polverizzate proprio per generare e fomentare capitali. Quale sia il responsabile non ha importanza…il risultato non cambia.

    19 agosto, 2015
    Rispondi
  3. Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

    Jake Conroy mediante l’organizzazione di Liberi Tutti ha dato vita ad una interessantissima serata raccontandoci la sua storia di attivista e le sue vicissitudini come prigioniero “ecoterrorista” negli USA.
    Grande la partecipazione: circa 130 persone.

    28 agosto, 2015
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *