Da Animale ad Animale: Papercrossing


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

papercrossing4 e1473105390386 - Da Animale ad Animale: Papercrossing

Eva e Buddy sono i protagonisti di una splendida iniziativa utile alla diffusione dell’idea antispecista, il papercrossing: un’azione d’informazione in stile guerrilla, per la quale utilizzano soprattutto semplici ed efficaci fotocopie contenenti articoli antispecisti che “abbandonano” in bella mostra in luoghi pubblici cittadini per lanciare un “messaggio fra le specie”.
Di seguito un testo-manifesto che spiega le loro intenzioni, la loro attività e una piccola gallerie fotografica.
Grazie di cuore! 


“Il desiderio mi ha preso con un nodo alla gola, il meccanismo specista è tanto freddo da averlo sentito. Non sono solo, l’onda è tanto forte da sciogliere i nodi. L’ignoranza annienta, annientandoci”.

Abbiamo provato a costruire un simbolo di sorellanza e fratellanza con un messaggio fra le specie in luoghi come panchine, sedili della metropolitana, negozi, parchi, ma anche tra i documenti da consegnare, perché no? Uno scambio per un mondo di pace, una modo per comunicare al di fuori delle reti virtuali, per uscirne e incontrarsi, faccia a faccia.

Abbiamo usato in genere dei volantini, “papers”, informativi perché immediati da realizzare e distribuire. Non sono dei veri propri volantini in quanto abbastanza dettagliati, per esempio abbiamo distribuito interi articoli di Veganzetta.

La pratica del cercare una sorellanza e fratellanza fra specie diverse è l’antispecismo, con un frinire di versioni, come l’utilitaristica, la deontologica, la politica, la marxista, l’anarchica, l’ecofemminista ecc. Tutte caratterizzate dalla stessa nota: l’eguaglianza nella diversità.

L’attivista antispecista insieme alla divulgazione pone molta importanza all’applicazione dei principi antispecisti anche mediante il veganismo etico.

In conclusione crediamo utile la condivisione di informazione antispecista attraverso l’abbandono, come forma di allontanamento dal materialismo che confina gli Animali non umani a dei prodotti. Inoltre troviamo limitante l’esclusivo ausilio del web per informare, e questo ci ha portato a comunicare un’etica che abbraccia tutti anche nel mondo fisico.

Eva e Buddy

 

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/zmnLe

2 Commenti

  1. Vic Dalla Rosa ha scritto:

    Devo dire che sono perplesso.E’ giusto informare gli specisti,come me,che mangiare gli altri esseri senzienti è male.Credo che comunicare agli orsi di non mangiare salmone sarà comunque arduo…

    14 settembre, 2016
    Rispondi
    • Cereal Killer Cereal Killer ha scritto:

      Grazie Vic Dalla Rosa per il tuo commento.
      Non seguiranno altre pubblicazioni di tue considerazioni perché ben poco utili al dibattito e spesso del tutto fuori luogo.

      19 settembre, 2016
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *