Comunicato stampa: Manifesti vegan 6×3 sulle strade italiane


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

Di seguito il comunicato stampa dell’associazione Progetto Vivere Vegan Onlus sull’iniziativa COMUNICHIAMOLO che ha portato in questi giorni all’affissione di megacartelloni di 6 metri per 3 con la pubblicità antispecista di Campagne per gli animali40.000 al secondo” nelle città di Firenze, Scandicci, Prato e Torino. L’iniziativa continua e prevede l’affissione in altre città italiane. Chi intende partecipare o dare un proprio contributo può farlo seguendo le indicazioni riportate alla pagina: www.viverevegan.org/ecco-i-primi-manifesti-vegan

COMUNICATO STAMPA

Manifesti vegan 6×3 sulle strade italiane

Associazione Vivere Vegan: un Umano e una Gallina per il progetto “Comunichiamolo”.

Manifesti di 6 x 3 metri sulle strade cittadine più trafficate per la nuova campagna “Comunichiamolo” della associazione onlus Progetto Vivere Vegan in collaborazione con Campagne per gli animali. In primo piano i corpi di un Umano e di una Gallina e un dato numerico e temporale: 40.000 al secondo. Il calcolo approssimativo per difetto degli Animali uccisi a scopo alimentare ogni giorno nel mondo.

Forte come un murales dirompente come un graffito contestatario come una scritta sui muri: ecco, ci siamo! A Firenze, Prato, Scandicci e Torino, campeggiano i primi manifesti vegan del progetto COMUNICHIAMOLO.

Tutto ciò che contiene il manifesto è fisico, non ci sono teorie da porgere né pubblicità per convincere. Nello scatto di Sara Morena Zanella c’è il corpo nudo di Alfredo Meschi che ha scelto di farsi tatuare 40.000 X su tutto il corpo, il numero di Animali uccisi al secondo ogni giorno a scopo alimentare, c’è il corpicino di Vecchietta la gallinella scampata alle batterie di allevamento intensivo e tenuta tra le mani con delicatezza. Ci sono i loro Corpi e quindi le loro Anime: la timidezza di Vecchietta e le sue paure, la mestizia di un Umano consapevole di ciò che la nostra specie fa alle altre, la voglia di non arrendersi offrendosi come strumento di denuncia.

Il manifesto vegan attraverso lo slogan e il testo dice: “40.000 AL SECONDO – Uccidiamo 40.000 Animali ogni secondo. Sono quelli usati per produrre carne. Se per ognuno ci tatuassimo una X, il nostro corpo ne sarebbe pieno. Puoi cambiare la tua vita in un secondo per salvare quella degli altri. Diventa vegan.

In molti si sono mobilitati per queste prime uscite del manifesto ed è solo l’inizio. L’associazione onlus Progetto Vivere Vegan www.viverevegan.org sta portando in altre città – in lavorazione ci sono Roma e Genova – questo manifesto e altri nuovi in progettazione, sempre in collaborazione con Campagne per gli Animali.

Fa parte dell’iniziativa, ideata da Dora Grieco, Adriano Fragano e Roberto Politi (anche ideatori del manifesto), l’invito a partecipare personalmente, diffondendola sui Social: se si condivide il messaggio del manifesto o, semplicemente, se se n’è rimasti colpiti, si può contribuire alla sua diffusione così: ci si scatta un selfie o ci si fa scattare una foto davanti ad uno di questi manifesti e  si pubblica sulla propria pagina social, taggando l’associazione (vivere vegan); oppure si può inviare all’associazione la foto all’indirizzo info@viverevegan.org, che andrà in una galleria virtuale apposita.

Ecco dove si trovano i manifesti:

FIRENZE: via Salvador Allende, via Eugenio Barsanti, via Faentina, viale Filippo Strozzi, via Villamagna
SCANDICCI: via Giovanni Pestalozzi, via Pisana (direzione Lastra a Signa, davanti alla stazione di servizio Beyfin)
PRATO: Piazza Ebensee, viale Leonardo Da Vinci, (Sottoponte San Giusto) dir. Pistoia, via dell’Organo
TORINO: via Stampini/Via Veronese, piazza Bottesini/Via Paisiello, corso Vercelli/Giulio Cesare, lungo Dora Colletta/via Carcano, via Pio VII / via Bossoli lato Lingotto FS, via Ventimiglia/corso Spezia

Link all’articolo e foto: www.viverevegan.org/ecco-i-primi-manifesti-vegan/

Contatto: Dora Grieco – 335 1929722

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/ax8XU

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *