Chiude l’ultimo lager di Cincillà d’Italia


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

cincilla

Foto: uno dei 53 cincillà liberati dall’allevamento Pegoraro nel gennaio 2011

Fonte: Essere Animali

Pegoraro Cincillà, ultimo allevamento di cincillà da pelliccia in Italia, HA CHIUSO.
Ne abbiamo avuto conferma sicura e definitiva. 

Non ci fidavamo di quanto Pegoraro scrivesse sul proprio sito o di altre sue testimonianze, visto che in passato aveva già finto la chiusura per evitare proteste. Ma adesso sappiamo con certezza e abbiamo constatato che l’attività è cessata e il capannone in cui per decenni ha ucciso migliaia di cincillà per farne pellicce è completamente vuoto.
Adesso in quel capannone in provincia di Padova regna il silenzio ed è stata posta la parola fine ad un altro pezzo di storia dello sfruttamento animale.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/0lKmr

3 Commenti

  1. Marinella Antelmo ha scritto:

    Stop.

    16 luglio, 2014
    Rispondi
  2. Paola Re ha scritto:

    La chiusura di un allevamento è sempre una buona notizia. Sarebbe ottima se la chiusura fosse avvenuta a seguito di una consapevolezza che quelli sono lager, inceve purtroppo le chiusure avvengono più spesso per motivi economici: certi prodotti animali costano troppo e non si riesce a venderli. E’ anche vero che dietro i motivi economici a volte ce ne sono di etici: certi prodotti animali, siano alimentari, siano vestiari, non si comprano più perché c’è la consapevolezza che sono un orrore. Speriamo che tanti fattori insieme, a poco a poco, portino alla liberazione animale.

    16 luglio, 2014
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *