Categoria: Veganismo




Tempo di lettura stimato:
5 minuti

Cominciamo questo articolo con un assunto di base: le divisioni interne all’animalismo in Italia hanno causato – e continuano a causare – non poche sconfitte, o quantomeno mitigato alcune importanti vittorie, e ciò, strategicamente parlando, è quanto di più deleterio un movimento politico e culturale – o aspirante tale – possa subire; del resto il criterio del divide et impera di latina memoria è pur sempre valido anche ai giorni nostri, e questo i “nemici” degli Animali lo sanno bene. La madre di tutti i problemi dell’animalismo può essere descritta da una semplice constatazione: non tutti si riconoscono in ciò che dovrebbe essere il minimo comune denominatore, uno stile di vita coerente con le proprie idee. Parafrasando: non contribuire in alcun modo allo sfruttamento degli Animali. Rimandando un’analisi più approfondita sulle diverse scuole di pensiero presenti in seno al fenomeno animalista italiano, vorremmo concentrarci su una ricaduta pratica di estrema gravità  che tale situazione di confusione ha creato tra coloro che attualmente si fregiano dell’appellativo di animalisti: il consumo di “prodotti” di origine Animale.

Animalismo Antispecismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Nota per il lettore: gran parte di questo articolo è ispirato, fino al limite, voluto e qui dichiarato, del plagio, all’articolo “Come siamo e come sembriamo: lavorare sull’immagine dei cacciatori trentini”*, di Ettore Zanon, cacciatore, giornalista ed esperto di comunicazione. Il fatto che per trovare concetti, sia pur specularmene, identici a quelli che volevo esprimere, io abbia dovuto saltare dall’altra parte della barricata, che io abbia cioè ritrovato le mie parole negli scritti di un avversario piuttosto che di un alleato, deve costituire per il lettore motivo di riflessione non meno dei concetti stessi.

Veganismo



Sono state spesi fiumi di parole sulle crudeltà  che si celano dietro alle feste popolari e religiose, anche quest’anno il Natale non farà  eccezioni e, nonostante il clima di austerità …

Veganismo




Tempo di lettura stimato:
2 minuti

La nostra attuale società  ha fatto della classificazione uno degli strumenti principali nella riformulazione della realtà  percepita. Molto spesso la finalità  di tale organizzazione delle cose e dei concetti risponde alle necessità  dell’industria, del mercato, della comunicazione o…dell’occultamento della realtà . Non che vi sia una volontaria cospirazione in questo senso, ma pare che vi sia una sorta di meccanismo, di collegamento, tra necessità  pratiche e modificazione della percezione della realtà . Ad esempio il termine “bistecca” che per molti richiama visioni di succulenti banchetti, cela però la sua origine violenta, non corrisponde nell’immaginario popolare alla realtà , ma ne crea un’altra fittizia ed alternativa (solo di natura gastronomica), etimologicamente sarebbe più corretto dire: “fetta di carne di bove” come recita la radice etimologica beefsteak, o meglio “parte del cadavere di una Mucca sgozzata appositamente”.

Veganismo