Camunicato Coordinamento Fermiamo Harlan


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

Riceviamo e rigiriamo:

Gli animali umani del coordinamento Fermiamo Harlan comunicano pubblicamente che non parteciparanno alla manifestazione di sabato a Correzzana indetta da Gaia Onlus,
LAV Monza e altre associazioni animaliste. Non è una presunzione di superiorità ad averci condotto a questa scelta, ma la convinzione profonda che le forme di lotta antispeciste debbano andare incontro a una radicale innovazione sia nella prassi materiale che in quella del pensiero, innovazione che le renda all’altezza dei tempi e dei problemi posti da forme di sfruttamento sempre più massicce e insieme più raffinate.
Non sarà perpetuando il linguaggio dello specismo, la sua violenza e pervasività che si darà la possibilità di una lotta chiara, giusta ed efficace contro di esso e la speranza concreta di un suo superamento. Né l’attivarsi in modo intermittente davanti alle emergenze ad aprire brecce nel muro che il sistema specista innalza fra umani e non umani, confinando questi ultimi nello spazio degli oggetti utilizzabili, ridotti a cavie e a cibo.
Servono parole nuove, discorsi nuovi, nuove pratiche attive e ragioni più forti e meglio articolate.
E’ a partire da qui che come coordinamento Fermiamo Harlan stiamo immaginando iniziative forti e di segno durevole che intacchino l’omertà che copre e difende lo sfruttamentodei non umani e che possano davvero cominciare a destabilizzare le strutture simboliche e materiali dello specismo.
Con queste considerazioni non intendiamo stigmatizzare né scomunicare nessuno. In nome di un sereno dissenso e di una felice pluralità auguriamo anzi la buona riuscita della manifestazione di sabato. Senza tacere però il suggerimento che i compagni di strada andrebbero scelti con più attenzione e accuratezza.

coordinamento Fermiamo Harlan

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/C2OTG

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *