Caccia al lupo nei pressi di Chernobyl


Tempo di lettura stimato:
3 minuti

Avax News riporta la notizia nella sezione “disgustoso”, ma il reportage fotografico sui cacciatori di Lupi del villaggio bielorusso di Khrapkovo, non ci parla di attività disgustose, ma atroci. Un intero villaggio di Umani che vivono perpetrando ogni tipo di violenza contro gli altri Animali, ecco come appare Khrapkovo visto dall’obiettivo del fotografo Vasily Fedosenko. Gente che piazza trappole per i Lupi, che li uccide strangolandoli, che li squarta, vendendone la pelliccia e il cuore per la medicina tradizionale e che macella ogni tipo di Animale. Un vero inferno alle porte dell’Europa, a due passi da Chernobyl.

Fonte: https://avax.news/disgusting/Wolf-hunting_near_the_Chernobyl_Zone.html

Nella foto in alto: A caccia conclusa i cacciatori coprono un lupo morto nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 4 Novembre 2016. La pelliccia del lupo cresce più folta in inverno, e per questo motivo il cacciatore di lupi Vladimir Krivenchik posiziona le sue trappole soltanto quando la neve imbianca il paesaggio. Lui e sua moglie vivono al limitare della zona di alienazione di Chernobyl – 2.600 km quadrati di terra contaminata dal disastro nucleare del 1986 al confine tra Bielorussia e Ucraina. La crescente popolazione di lupi costituisce una minaccia per il bestiame nelle vicinanze, così le fattorie locali pagano cacciatori come Krivenchik con una quota fissa di 150 rubli Bielorussi (80$) per ogni lupo ammazzato. Il numero di lupi è di sette volte più alto nella parte Bielorussa della zona di Chernobyl che negli altri luoghi incontaminati della regione, stando ad uno studio del 2015 pubblicato sulla rivista scientifica “Current Biology”. Secondo dati ufficiali, 1.700 lupi sono stati abbattuti nel 2016. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Un lupo morto in un sacco nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, e sua moglie Nina Skidan dopo una battuta di caccia al lupo nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nikolay Skidan, cacciatore, trasporta la pelliccia di un lupo nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik (sinistra) e Nikolay Skidan, cacciatori, trascinano un lupo morto finito in una trappola nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nikolay Skidan, cacciatore, libera la zampa di un lupo da una trappola nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik (sinistra) e Nikolay Skidan, cacciatori, strangolano un lupo finito in una trappola nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Un lupo finito in una trappola nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017.
(foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, guarda un lupo finito in una trappola nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, posiziona delle trappole in un campo per catturare un lupo nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik (destra) e Nikolay Skidan, cacciatori, guidano una motocicletta nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 4 Novembre 2016. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, prepara delle trappole per i lupi nei pressi del villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 4 Novembre 2016. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, ripara una trappola per lupi nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1° Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Una testa di maiale giace sulla neve nel villaggio Khrapkovo, Bielorussia, 3 Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nikolay Skidan, cacciatore, trasporta della carne di maiale nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 3 Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

I cacciatori Vladimir Krivenchik e Nikolay Skidan puliscono un maiale dopo averlo ammazzato nella loro casa nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 3 Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik e Nikolay Skidan (Destra), cacciatori, conducono un maiale al macello, nella loro casa nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 3 Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, nutre i maiali nella sua casa nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1°Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nina Skidan, moglie del cacciatore Vladimir Krivenchik, tiene in braccio un coniglio nella sua casa nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 1°Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Vladimir Krivenchik, cacciatore, controlla le sue armi nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 3 Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nikolay Skidan, cacciatore, tiene tra le mani il cuore di un lupo che la gente del posto utilizza nella medicina popolare, nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 4 Novembre 2016. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Nikolay Skidan, cacciatore, scuoia un lupo nel villaggio di Khrapkovo, Bielorussia, 4 Novembre 2016. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Oleg Krivenchik gioca nella sua casa nel villaggio di Khrakpovo, Bielorussia, 1°Febbraio 2017. (foto di Vasily Fedosenko/ Reuters)

Traduzione a cura di Pasquale Stigliano

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/aFWlJ

3 Commenti

  1. Paola Re ha scritto:

    Fotografie che squarciano il cuore.
    I lupi si sono ripresi la terra vicino a Chernobyl ma neppure lì riescono a stare in pace.
    Quanto ai maiali, posto che vai maiale macellato che trovi.

    12 Febbraio, 2019
    Rispondi
  2. Hunny ha scritto:

    Dolore immenso: immagine che spezzano il cuore.

    13 Febbraio, 2019
    Rispondi
  3. Wegan ha scritto:

    Maledetti assassini cannibali! Neanche la radioattività li tiene lontani!
    Lascio un paio di links per coloro i quali non hanno ancora preso coscienza del biocidio che è in atto da molti anni sulla Terra e che ci coinvolge tutti.
    Il dìvide et ìmpera, purtroppo, ha portato i suoi frutti e gli uomini, invece di essere custodi della Natura e di creare un fronte comune, sono sempre più divisi e confusi, violenti ed insensibili.
    Stanno distruggendo la Terra e tutte le sue creature:
    https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=LJ_STY1-Za4 ;
    http://www.nogeoingegneria.com/effetti/biodiversita/cellulari-e-wifi-stanno-danneggiando-gli-uccelli-api-e-insetti-il-5g-dara-il-colpo-di-grazia/ .
    E questa è solo la punta dell’iceberg…

    14 Febbraio, 2019
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *