Basta con la strage dei rospi!


Tempo di lettura stimato:
4 minuti

Riceviamo questa protesta e la pubblichiamo:

rospo - Basta con la strage dei rospi!

BASTA CON LA STRAGE DEI ROSPI!

Da otto anni in provincia di Treviso, tra Montello e Piave e ai laghi di Revine, sono in corso campagne di salvataggio di anfibi da parte di gruppi di volontari che tentano di garantire a migliaia di questi animali di portare a termine la loro delicatissima fase di migrazione verso i siti riproduttivi senza essere schiacciati dalle auto.

E’ inaccettabile che in tutti questi anni a fronte di richieste di aiuto e intervento, di incontri con vari esponenti pubblici sia a livello comunale che provinciale, corredati da nutrite relazioni informative sulla migrazione con specifiche indicazioni sulle soluzioni da adottare ecc. nessuno a livello di amministrazione pubblica si sia mosso per porre rimedio a questo grosso problema.

Come se non bastasse addirittura se ne nega l’esistenza come nella bozza del PAT in fase di realizzazione da parte uno dei comuni più coinvolti, Crocetta del Montello, insieme alla Provincia di Treviso, dove si scrive: “[…] la zona ospita una ridotta presenza di anfibi e rettili: ciò è dovuto alle particolari esigenze trofiche e di habitat che non risultano adatte a questa specie. L’unica presenza è perciò quella del rospo (Bufo bufo).”

E’ un insulto al lavoro di chi ogni anno sacrifica il proprio tempo per recarsi di sera sulle strade sotto la pioggia battente a tentare di salvare questa miriade di animali che altrimenti troverebbero la morte schiacciati dall’indifferenza degli automobilisti, ma, ancor più grave, dal totale menefreghismo degli amministratori pubblici che se pur informati del problema, si sono sempre dimostrati ciechi e sordi eludendo ogni loro responsabilità .

Questo territorio risulta essere uno dei maggiori siti di riproduzione/migrazione degli anfibi nel trevigiano e lo testimoniano le cifre raccolte in 8 anni dai volontari che si sono occupati dei salvataggi. Nella scorsa campagna di salvataggi del 2010 ai laghi di Revine sono stati salvati ben 20.000 anfibi, sul Montello 10.000. Principalmente esemplari di Bufo bufo ma anche rospi smeraldini (Bufo viridis), rana di Lataste, rana dalmatina, rana verde (Rana synklepton esculenta) e raganella italiana (Hyla intermedia). Escluso il Bufo bufo tutte le altre specie individuate nei salvataggi sono presenti come animali da tutelare nella Direttiva 92/43/CEE (Habitat) all. II e IV, recepita dall’Italia con DPR 357/97, evidentemente però mai recepita dalle amministrazioni pubbliche che avrebbero il dovere di rispettare e far rispettare la legge!

Non c’è da inventare nulla che non esista già , basterebbe fare ciò che hanno già  fatto diversi Paesi d’Europa, ma anche in molte regioni d’Italia, dove le amministrazioni pubbliche hanno realizzato appositi tunnel sotterranei per accedere ai luoghi di riproduzione.

Anche da noi non possono essere che le Istituzioni a farsi carico di tutelare questo patrimonio pubblico con l’installazione delle opere adeguate e il continuo monitoraggio scientifico per ottenere la totale garanzia del compimento del ciclo biologico degli anfibi senza traumi.

Studi e capitolati di spesa alla mano, l’esperienza di numerosi paesi d’oltralpe ma anche italiani, dimostrando che questi interventi sono al momento l’unico metodo efficace ed economico per permettere, almeno alla piccola fauna, spostamenti meno rischiosi nei nostri ambienti.
Vi preghiamo di unirvi a questa protesta perché le amministrazioni locali, dopo tanti anni di richieste inutili e di promesse vane, ci diano finalmente ascolto e si prendano le proprie responsabilità  realizzando le infrastrutture necessarie e definitive per evitare il massacro di questi poveri animali anch’essi vittime della prepotenza della specie umana.

Alessandra Bogo
(coordinatrice salvataggi Montello)

Adriano De Stefano
(presidente Enpa Treviso e coordinatore salvataggi laghi Revine)

Fare copia incolla SOLO del testo del messaggio tipo seguente:

Scriviamo a:

segreteria@comune.crocetta.tv.it, edilizia@comune.crocetta.tv.it, segreteria@comune.volpago-del-montello.tv.it, sindaco@comune.volpago-del-montello.tv.it, info@comune.giavera.tv.it, sindaco@comune.giavera.tv.it, sindaco@comune.nervesa.tv.it, sindaco@comune.montebelluna.tv.it, segreteria@comune.revine-lago.tv.it, segreteria@comune.cisondivalmarino.tv.it, sbusoni@provincia.treviso.it, ecologia@provincia.treviso.it, assecologia@provincia.treviso.it, assturismo@provincia.treviso.it, presidente@provincia.treviso.it, urp@provincia.treviso.it, presidenza@regione.veneto.it, assessore.stival@regione.veneto.it, assessore.conte@regione.veneto.it

e per conoscenza: info@antennatre.it, treviso@gazzettino.it, postalettori@gazzettino.it, lettere@tribunatreviso.it, redazione@oggitreviso.it

Oppure a:

segreteria@comune.crocetta.tv.it; edilizia@comune.crocetta.tv.it; segreteria@comune.volpago-del-montello.tv.it;; sindaco@comune.volpago-del-montello.tv.it; info@comune.giavera.tv.it;; sindaco@comune.giavera.tv.it; sindaco@comune.nervesa.tv.it; sindaco@comune.montebelluna.tv.it; segreteria@comune.revine-lago.tv.it; segreteria@comune.cisondivalmarino.tv.it; sbusoni@provincia.treviso.it; ecologia@provincia.treviso.it; assecologia@provincia.treviso.it; assturismo@provincia.treviso.it; presidente@provincia.treviso.it; urp@provincia.treviso.it; presidenza@regione.veneto.it; assessore.stival@regione.veneto.it; assessore.conte@regione.veneto.it

e per conoscenza a: info@antennatre.it; treviso@gazzettino.it; postalettori@gazzettino.it; lettere@tribunatreviso.it; redazione@oggitreviso.it

Messaggio-tipo (mettete in fondo il vostro nome e cognome e non lasciate vuoto l’oggetto della mail):

BASTA CON LA STRAGE DEI ROSPI!

Al Comune di Crocetta del Montello
Al Comune di Volpago del Montello
Al Comune di Giavera del Montello
Ai Comuni di Montebelluna e Nervesa della Battaglia
Al Consorzio di Sviluppo Socio-Economico del Bosco Montello
Ai Comuni di Revine Lago e Cison di Valmarino
Alla Provincia di Treviso
Alla Regione Veneto

In merito alla richiesta di interventi definitivi per tutelare gli anfibi del trevigiano

PREMESSO CHE:

– tra Montello e Piave principalmente nei Comuni di Crocetta, Volpago e Giavera del Montello e presso i laghi di Revine, ogni anno si manifestano le più grandi migrazioni di anfibi della Provincia;

– l’esistenza di infrastrutture viarie in queste zone compromette tragicamente gli spostamenti della fauna autoctona degli anfibi determinandone un’alta mortalità  nella fase migratoria;

– la continua minaccia alla sopravvivenza di questi animali, che svolgono un ruolo fondamentale nella catena alimentare nutrendosi di insetti e anche di parassiti dannosi alle colture agricole, rappresenta di per sé una incommensurabile perdita di biodiversità ;

– l’attività  in strada dei volontari che dal 2003 operano i salvataggi senza alcun supporto logistico da parte delle amministrazioni, è pericolosissima a causa dell’intenso traffico di auto e della scarsa considerazione degli automobilisti;

– dopo otto anni di continui appelli e richieste d’aiuto da parte delle associazioni animaliste e dei volontari, non sono mai state intraprese iniziative da parte delle amministrazioni pubbliche né per tutelare l’incolumità  dei volontari durante i salvataggi né per salvaguardare gli anfibi con risoluzioni definitive.

IL SOTTOSCRITTO CITTADINO CHIEDE CHE:

– gli Enti pubblici di competenza si accordino al più presto per pianificare un programma di salvataggio degli anfibi che preveda l’installazione di tutte le infrastrutture adeguate quali tunnel sottostradali, barriere fisse, passerelle e quant’altro sia necessario per tutelare gli anfibi in maniera definitiva durante la fase di migrazione.

– nel frattempo vengano presi tutti i provvedimenti necessari per sostenere e tutelare l’attività  dei volontari.

In fede,
… nome cognome …

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/1s1g4

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *