Lettere dai lettori: Basta circo! La vera arte è in piazza


Tempo di lettura stimato:
3 minuti

circus2 mini.miniatura - Lettere dai lettori: Basta circo! La vera arte è in piazzaIl circo: Giocolieri, clowns, funamboli, acrobati, danzatori e immancabilmente Animali: Animali chiusi in gabbie ristrette che dormono accanto alle loro deiezioni, che mangiano cibo scadente, ai quali vengono somministrate continuamente droghe e che hanno come uniche compagne la noia, l’apatia, la paura e come loro peggior nemico l’essere umano.

Animali che escono dalle loro prigioni solo per essere costretti ad esibirsi in esercizi per loro innaturali sotto la continua minaccia (ben nascosta al pubblico) di percosse o punizioni come la mancata razione giornaliera di cibo o l’ulteriore isolamento.
Signori e signore, bambini e bambine ecco a voi il circo! un tendone di finta allegria in cui lavorano aguzzini mascherati da saltimbanchi.

Il circo e’ una struttura antichissima che da sempre sfrutta i suoi artisti Umani e Animali per raccogliere quei pochi soldi che finiscono sempre nelle stesse poche mani.
Ma ancora piu’ antiche sono le arti di cui si e’ appropriato; giocolieri, pagliacci e trampolieri hanno da sempre colorato e rallegrato strade, castelli e piazze in modo autonomo.
I saltimbanchi nascono dalla strada e dalla liberta’ in essa presente ma, con il tempo, il circo li ha risucchiati nel suo famelico vortice, divorandone la genuinita’ e trasformandoli in suoi prodotti.
Se pensiamo ad un pagliaccio o ad un acrobata la prima immagine che ci viene in mente e’ il tendone del circo, i suoi spettacoli… e il Leone.
Il mondo circense e’ un palese esempio di come l’uomo sia ancora affossato nel suo specismo* cronico e di come non voglia cambiare idee ed abitudini quando c’e’ da sfruttare qualche essere sensibile e generoso.

*Lo specismo è una filosofia antropocentrica. Il termine fu coniato da Richard Ryder per riferirsi alla convinzione che gli Umani godano di uno status morale superiore (e quindi di maggiori diritti) rispetto agli altri Animali. (fonte wikipedia)

Non possiamo piu’ appoggiare un tipo di esibizione che si basa su sofferenze e soprusi.
Bisogna che il circo smonti definitivamente il suo macabro tendone e che dia libero spazio ad altri tipi di cultura del divertimento.
Esiste una realtà  diversa, che consente di fare una scelta etica senza dover rinunciare alle esibizioni fantastiche delle arti che il circo ha infamato con il suo nome.
L’alternativa ad il circo c’e’, esiste ed e’ in piena espansione.
Il suo nome e’ arte di strada, organizzata poi in nuovo circo o circo contemporaneo.
In questa’ realta’ le arti circensi hanno ripreso i loro vecchi valori: la bellezza e lo spettacolo sono tutti nell’abilita’ del singolo artista , che si esprime liberamente senza utilizzare sporchi trucchi come l’esibizione di Animali rari o addestrati per abbellire un misero bagaglio artistico.
Da anni sta’ prendendo sempre piu’ piede e vedere in una piazza un cerchio di persone intorno ad un artista che si esibisce non e’ piu’ sinonimo di circo.
L’arte di strada nasce con i musicisti che decisero di esibirsi direttamente al popolo senza dover passare per strutture piu’ grandi, non sempre accessibili a tutti e che avrebbero modificato, per interesse economico, il loro operato.
Pian piano si sono aggiunti giocolieri, comici, acrobati ed altri artisti del genere.
Ora e’ possibile fermarsi in una piazza e vedere uno spettacolo poliedrico in cui l’obbiettivo e sempre quello di far ridere e stupire… di trasmettere gioia e spensieratezza, di avere un contatto sincero con il pubblico.
Da pochi singoli artisti, sempre in lotta con le istituzioni per avere il permesso di esibirsi (istituzioni che tuttora finanziano e sostengono il circo tradizionale, oltretutto grazie alle nostre tasse!) si sono formati gruppi e compagnie di vario livello.
L’artista di strada ha incominciato ad avere una figura definita, riconosciuta dalle autorita’ e da pochi anni a questa parte il circo contemporaneo e’ divenuto una realta’ presente in tutto il mondo ed apprezzata da molti.
Grazie a nomi come il Cirque du soleil, il Cirque Eloize e molti altri l’arte del circo contemporaneo ha varcato tutti i confini del mondo, mettendo in ulteriore crisi gli affari del circo tradizionale.
E’ ora di dare il taglio finale… o il circo si adegua e non utilizza piu’ Animali o chiude i battenti.
Bisogna boicottare al massimo, diffondere piu’ che mai la verita’ celata e dare appoggio a queste nuove strutture libere da sfruttamenti, molto piu’ divertenti ed estrose.

Qundi niente paura bambini! i giocolieri ed i pagliacci vi aspettano nelle piazze di molte citta’ e paesi e sotto i tendoni del circo senza animali potrete divertirvi come non mai.
Senza essere complici di terribili aguzzini che, per soldi, sfruttano e torturano nostri fratelli.

Lorenzo

Link utili:
www.giocoleria.org ; giocolieri in rete, video, articoli, forum e tanto altro.
www.cirquedusoleil.com ; il sito ufficiale del piu’ famoso nuovo circo senza animali
www.jugglingmagazine.it ; rivista di giocoleria ed arte di strada
www.tradizioniviolente.org ; sito del Gruppo di Studio sulle Tradizioni Violente

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/tks1a

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *