Antispecisti a Fano


Tempo di lettura stimato:
2 minuti

Il resoconto della scorribanda antispecista dei Troglodita Tribe a Fano:

antispecisti-a-fano1.jpg

Fiera della sostenibilità  di Fano

Venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 settembre abbiamo partecipato alla fiera della sostenibilità  di Fano con uno stand vegan antispecista. Si tratta di una Fiera che si ripete da parecchi anni, un appuntamento fisso con il mondo dell’equo e solidale, del biologico e della sensibilità  sociale. E per la prima volta ecco che anche gli antispecisti hanno avuto il loro spazio e la loro voce!
Durante la festa abbiamo mandato a ritmi serrati diversi filmati (con audio discretamente amplificato) tra cui “Facciamo il collegamento” della Vegan Society e diversi altri. Abbiamo distribuito volantini e libri ad un pubblico che, finalmente, pareva conoscere senza problemi il significato della parola vegan. Per quanto riguarda la parola antispecismo, non siamo certo agli stessi livelli, ma dopo una breve spiegazione, la maggioranza della gente si dichiarava d’accordo (almeno in teoria).
La festa è iniziata con un buffet terribilmente carnivoro proprio mentre, a pochi passi, si svolgeva una conferenza sull’alimentazione vegan. Poi però, abbiamo constatato con piacere la presenza di un menù interamente vegan. Ciò non toglie, naturalmente, che la presenza di prosciutti e salami e altri prodotti animali all’interno di una fiera che si propone come sostenibile, è del tutto incoerente e inaccettabile.
La gente che si fermava allo stand era particolarmente attenta e desiderosa di farci sapere che condivideva le nostre tesi, anche se, in realtà , non le conosceva fino in fondo. Abbiamo fatto di tutto per spiegare che il primo e
indispensabile passo per la liberazione animale è quello di diventare vegan. La domanda più gettonata era, naturalmente, “ma che cos’è l’antispecismo?” Abbiamo cercato in tutti i modi di far comprendere le enormi differenze che intercorrono tra il protezionismo esercitato da chi si commuove o si intenerisce per alcuni animali, e l’antispecismo che è la base per la liberazione umana e animale. Molti comprendevano e chiedevano ulteriori opportunità  per meglio documentarsi, altri restavano inesorabilmente legati al vecchio concetto di animalismo che, al massimo, può sfociare nel vegetarismo.
Per la prima volta, registriamo con piacere la totale assenza di discussioni in difesa dell’allevamento, della caccia, delle antiche tradizioni…Moltissimi vegetariani e diversi vegan ci hanno espresso chiaramente la loro solidarietà  incoraggiandoci ad insistere con il nostro lavoro.
Purtroppo, domenica pomeriggio c’è stato un forte vento che faceva volare via tutto il materiale impedendoci di parlare con le persone. La situazione era piuttosto estenuante e visto che eravamo da soli, alla fine abbiamo deciso di andarcene con un po’ di anticipo. Ma tutto sommato possiamo considerare questa fiera tra le più proficue proprio a causa del grande interesse espresso da tutti i partecipanti.
Ringraziamo come sempre Alessia la cui partecipazione diretta ci consente di
portare avanti queste iniziative. Ringraziamo anche Lucia e Luigi che ci hanno ospitato a Fano.
Ringraziamo Annamaria che ci ha sfamato con le sue mele e con i suoi magnifici fagiolini.
Ringraziamo tutte le persone che direttamente o indirettamente ci hanno aiutati in questa lunga maratona di parole, filmati, musiche, giornali e libri vegan.

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/7tapr

Commenta per prima/o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *