Anche Belstaff diventerà  fur-free


Tempo di lettura stimato:
1 minuto

Riceviamo e con molto piacere pubblichiamo:

—-< @ (dalla lista di AIP)

Sospendiamo con una buona notizia le proteste nei confronti di Belstaff.

La Clothing Company, azienda trevigiana che ha comprato pochi anni fa il noto marchio Belstaff, ci ha infatti contattati con una lettera in cui ci informano di avere visionato il materiale che abbiamo inviato e di avere deciso di non utilizzare inserti di vera pelliccia nella collezione autunno-inverno 08/09.
Stiamo chiedendo all’azienda una dichiarazione più precisa, ma si sono dimostrati disponibili al dialogo e ad un incontro con alcuni nostri attivisti.

Il marchio Belstaff è uno dei più noti per quanto riguarda giacche e giacconi e speriamo di poterlo aggiungere presto alla lista di marchi e aziende fur-free.

Vi terremo informati.

Ringraziamo tutti coloro che hanno contattato Belstaff/Clothing Company e dato il loro contributo a questa scelta.

Per la Liberazione Animale,
Campagna AIP

Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/ornkz

Un commento

  1. andrea ha scritto:

    Complimenti per questo nuovo successo di AIP

    Ma cerchiamo anche di contestualizzare il fatto, altrimenti rischiamo di concedere alla azienda una pubblicità  gratuita e immeritata:
    belstaff ha in catalogo quasi solo capi in pelle!
    Bene che eliminino gli inserti in pelliccia ma è veramente una minima parte del loro catalogo.

    Pertanto plaudiamo al succeesso di AIP ma direi di non dare alcuna soddisfazione o possibilità  di pubblicità  (da ditta “etica” e animalista!!) ad una azienda che lega il suo marchio proprio ai capi in pelle di animali uccisi.

    Sono consapevole della strategia di AIP e la approvo, ma contestualizzamo sempre le vicende, per evitare di fare “regali” a chi vive e guadagna sul sangue di Animali uccisi.

    21 marzo, 2008
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *