"Auschwitz inizia quando si guarda a un mattatoio e si pensa: sono soltanto animali" Theodor Adorno

Green Hill ancora sotto tiro di attivisti e Anonymous

Pubblicato da Cereal Killer il 6 maggio, 2012 02:36 PM

Fonte: http://www.newnotizie.it/2012/05/green-hill-ancora-sotto-tiro-di-attivisti-e-anonymous/

Green Hill ancora sotto tiro di attivisti e Anonymous. Al centro dell’attenzione c’è ancora lui, Green Hill di Montichiari. L’attenzione, è quella degli attivisti che dopo il blitz del 28 aprile scorso, che ha portato alla “liberazione” di una trentina di cuccioli di beagle, hanno tentato un nuovo affondo. Secondo quanto riporta l’Ansa, nella serata di ieri sera un gruppo di sei persone si è diretto verso l’allevamento, cercando poi di introdursi all’interno dello stesso. Tutti e sei gli attivisti sono stati bloccati dai carabinieri. Ma a prendere di mira l’allevamento, di proprietà di una multinazionale è anche Anonymous.

Comunicato Hacker. Gli hacktivisti hanno diramato un comunicato sul loro blog ufficiale, nel quale condannano fortemente l’attività della struttura nel bresciano ed in generale la vivisezione, che definiscono “pratica immonda che lede il diritto alla vita degli animali con l’aggravante della tortura”. Il comunicato prosegue con un sentito ringraziamento: “Anonymous Opitaly Opsaveanimals e OperationGreenRights con questa azione pacifica vogliono manifestare la loro vicinanza e la loro gratitudine per i manifestanti che il 28 aprile 2012 hanno sottratto alcuni beagle reclusi nel lager dell’azienda green hill di Brescia ad una morte atroce – chiedendo inoltre – che presidente della repubblica in persona conferisca ai dodici liberatori arrestati e di recente rilasciati una onoreficenza al valore civile additando la loro azione come un esempio da seguire – e la – chiusura di tutti i centri di vivisezione a partire da quello Green Hill di Montichiari e da quelli proprietà di Marshall Farms”.

Protesta mondiale. Le manifestazioni contro Green Hill martedì prossimo assumeranno una connotazione internazionale. Per l’otto maggio sono infatti previsti eventi di protesta in venti città del mondo, sparse per ben quattro continenti. Il messaggio è etico, morale, ma anche politico. Il giorno dopo, la commissione XIV del Senato dovrà esaminare la proposta di recepimento dell’articolo 14 della legge comunitaria (e soprattutto gli emendamenti ad essa annessi). La battaglia si preannuncia piuttosto dura. Se la Camera si era espressa favorevolmente sul divieto di allevamento di cani, gatti e primati a scopo di vivisezione, una recente presa di posizione, la stessa commissione avrebbe recentemente dato un parere che sembra voler andare in senso sostanzialmente contrario.

A.S.

Blogger PostFacebookLinkedInGoogle GmailYahoo MailWordPressPrintEmailE altro!

Parole chiave ,

Vota questo articolo
1 Stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti, media: 4,00 su un massimo voto di 5)
Loading ... Loading ...

1.168 persone hanno letto questo articolo

Pubblicato in Animalismo,Antispecismo,Notizie sull'attivismo | Commenti (0)

RSS Commenti

Il tuo PUNTO DI VISTA è importante, facci sapere come la pensi. COMMENTA questo articolo