"La felicità non è trovare prodotti vegani nei supermercati, bensì non trovare supermercati"

Archivio della categoria 'Animalismo'

Dal n° 8 / 2013: Quando si parla di liberazioni

Pubblicato da Cereal Killer il 24 luglio, 2014 03:28 PM

calamaro
Illustrazione di Emy Guerra per Veganzetta

Quando si parla di liberazioni, immediatamente viene in mente l’azione diretta volta a sottrarre gli Animali dai tanti Lager in cui sono rinchiusi, salvandoli così da una (non)esistenza in gabbia trascorsa tra privazioni e maltrattamenti, nell’attesa dell’uccisione per essere trasformati in “prodotti”.

Sono tante le maniere in cui si può mettere in atto una liberazione di questo tipo, ed è importante distinguerne le diverse modalità – principalmente a volto scoperto o coperto – poiché ognuna risponde a strategie diverse e mira a raggiungere obiettivi specifici; soddisfacendo, sempre, la finalità precipua di restituire agli Animali la dignità ed esistenza di cui sono stati privati, talvolta alcune liberazioni riescono a trascendere la contingenza dell’atto stesso, inserendosi e configurandosi entro una più complessa prospettiva d’azione a lungo termine. Continua a leggere »

FacebookEmailPinterestTumblrCondividi

Filed in Animalismo,Antispecismo | Comments (4)

Dal n° 8 / 2013: La china scivolosa della compassione

Pubblicato da Cereal Killer il 24 luglio, 2014 03:21 PM

polpo
Illustrazione di Emy Guerra per Veganzetta

Attualmente è in atto una campagna informativa su Compassion in World Farming (CIWF) promossa congiuntamente da Campagne per gli animali (Ca) e Bioviolenza. Quest’associazione che si definisce “la maggiore organizzazione internazionale per il benessere degli animali d’allevamento” svolge una intensa attività contro gli allevamenti intensivi e a favore di “pratiche di allevamento rispettose del benessere degli animali”. In pratica si tratta di spedire gli Animali al mattatoio dopo aver loro consentito una vita diversa da quella offerta dalle pratiche di allevamento dominanti basate sui megacapannoni e sulle stalle di clausura.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Antispecismo | Comments (6)

Come sopravvivere ai Tori di Pamplona

Pubblicato da Cereal Killer il 16 luglio, 2014 10:08 AM

come-sopravvivere-ai-tori-a-pamplona

Il personaggio ritratto dall’alto nella fotografia è lo statunitense Bill Hilman co-autore del libro “Come sopravvivere ai tori di Pamplonaè stato ferito da una incornata di uno dei Tori usati durante il terzo “encierro de San Fermín” a Pamplona.
Il 32 enne americano, grande ammiratore di Ernest Hemingway, era considerato uno dei migliori corridori della festa. In effetti è purtroppo sopravvissuto ai Tori di Pamplona come afferma il titolo del suo inutile libro – poi ci si lamenta che l’editoria va male – , ora però dovrà dedicarsi ad altro.

Filed in Animalismo,Notizie,Notizie dal mondo | Comments (2)

Chiude l’ultimo lager di Cincillà d’Italia

Pubblicato da Cereal Killer il 15 luglio, 2014 09:51 PM

cincilla

Foto: uno dei 53 cincillà liberati dall’allevamento Pegoraro nel gennaio 2011

Fonte: Essere Animali

Pegoraro Cincillà, ultimo allevamento di cincillà da pelliccia in Italia, HA CHIUSO.
Ne abbiamo avuto conferma sicura e definitiva.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Notizie,Notizie sull'attivismo | Comments (3)

Nutrie, Rospi… e tanti altri

Pubblicato da Cereal Killer il 11 luglio, 2014 11:30 AM

nutria

Fonte: http://annamariamanzoni.blogspot.it/2014/07/nutrie-rospi-e-tanti-altri.html

Non molte persone sanno un gran chè delle nutrie; o meglio non molti connettono questo nome con quello ben più familiare di castorino, familiare perché fino a non molti anni fa era quello delle pelliccette che molte donne portavano, potendosele permettere perché non eccessivamente costose e perché l’idea molto poco politicamente corretta che provenissero da un animale, allevato ed ucciso ad hoc, restava racchiusa nei meandri della rimozione. Che se poi da lì fuoriusciva, i tempi erano tali per cui si poteva tranquillamente conviverci senza particolari sensi di colpa. L’animalismo, con tutto il suo carico di nuove consapevolezze e di conseguenti responsabilità, era tutto da venire. Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Antispecismo,Notizie | Comments (3)

La bestia che parla

Pubblicato da Cereal Killer il 10 luglio, 2014 02:10 PM

Annamaria-Ortese

Estratto dell’articolo originale di Elisabetta Rasy

La bestia che parla

Nel 1980 Anna Maria Ortese aveva sessantasei anni e viveva insieme a una sorella malata in un appartamento misero e degradato di una piccola cittadina della Liguria, Rapallo. Le sue condizioni economiche erano cattive e passava i suoi giorni in una condizione di estremo abbandono e solitudine : fu allora che le arrivò da un istituto italiano in Svezia l’invito a un convegno letterario per il quale avrebbe dovuto preparare una relazione sulla sua esperienza di scrittore.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Antispecismo,femminismo antispecista | Comments (2)

Ti hanno sequestrato i Delfini? Fonda una onlus

Pubblicato da Cereal Killer il 8 luglio, 2014 10:20 AM

delfini

Fonte: Basta delfinari

Si chiama Save the dolphins, è una onlus nata nel 2012 e dichiara di “tutelare e salvaguardare l’ ambiente, in particolare la biodiversità marina”. Cosa c’è di strano? Fondatrice e presidente della benefica associazione amica dei Delfini è Monica Fornari, proprietaria del delfinario di Rimini, cui sono stati sequestrati quattro Animali lo scorso anno e che ora ha riaperto i battenti sfruttando i Leoni marini.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Notizie,Notizie dal mondo | Comments (1)

Michele Serra: gli animalisti bestemmiano la natura

Pubblicato da Cereal Killer il 7 luglio, 2014 02:54 PM

CH27253

Michele Serra su Repubblica: gli animalisti bestemmiano la natura

Dopo la difesa del carnismo, le sparate contro le persone vegan, il nostro “pensatore” si cimenta in una disamina sulla crudezza e sulla bellezza della natura pontificando sugli atteggiamenti degli animalisti che hanno protestato per l’uccisione di un cucciolo di Orso in uno zoo. Con il suo scritto, Serra dimostra una posizione nei confronti degli Animali di stampo a dir poco retrogrado e ottocentesco, nonché una preoccupante confusione: sarebbe utile che Serra spiegasse, se può, cosa ci sarà mai di naturale in uno zoo, e come sia possibile continuare a pensare (nel 2014) che le decisioni dei responsabili di uno zoo possano essere scambiate per un fatto ineluttabile dovuto a una legge di natura. Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Notizie | Comments (19)

Schopenhauer e la vivisezione

Pubblicato da Cereal Killer il 1 luglio, 2014 03:28 PM

Arthur_Schopenhauer_1

Quando studiavo a Göttingen il professor Blumenbach ci parlò molto seriamente, nel corso di fisiologia, degli orrori delle vivisezioni e ci fece notare come esse fossero una cosa crudele e orribile.

Invece oggi ogni medicastro si crede autorizzato a effettuare nella sua stanza delle torture gli atti più crudeli nei confronti delle bestie, al fine di decidere problemi la cui soluzione si può trovare già da molto tempo nei libri, nei quali però è troppo pigro e troppo ignorante per ficcare il naso.
I biologi francesi sembrano aver dato per primi l’esempio in questo campo e i biologi tedeschi fanno a gara con loro a infliggere le torture più crudeli ad animali innocenti, spesso in numero enorme, per risolvere problemi puramente teorici e non di rado assai futili. Voglio ora documentare quanto dico con un paio di esempi che mi hanno particolarmente indignato, sebbene non siano affatto isolati: se ne potrebbero citare cento altri simili.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo | Comments (6)

Processo contro Green Hill: comunicato Coordinamento Fermare Green Hill / Vitadacani

Pubblicato da Cereal Killer il 28 giugno, 2014 10:23 AM

cane1-770x512

Si riceve e si pubblica il comunicato del Coordinamento Fermare Green Hill.
Una breve considerazione sulla questione del processo.
Sicuramente il Coordinamento Fermare Green Hill e Vitadacani hanno svolto nel tempo un lavoro encomiabile, e sono tra i maggiori protagonisti del successo ottenuto: il merito di quanto accaduto va loro riconosciuto. E’ legittimo che ci siano associazioni che si costituiscano parte civile al processo, nel tentativo di ottenere un risarcimento economico che danneggi ulteriormente gli aguzzini di Green Hill. Allo stesso modo è legittimo che chi ha lottato per la liberazione dei Cani imprigionati, segua lo processo in questione e vigili sul suo andamento. Il problema di fondo rimane però sempre lo stesso: il fatto che ci si affidi a un processo celebrato da istituzioni speciste, secondo leggi speciste (quindi legittimandole, e legittimando l’idea che sottendono), che normano e permettono lo sfruttamento degli Animali, e che puniscono comportamenti errati o colpevoli nelle modalità di sfruttamento di esseri senzienti che in ogni caso sarebbero finiti sotto i ferri dei vivisettori. Il processo contro Green Hill è  indubbiamente importante, ma è e rimane un processo contro specifici maltrattamenti, e non certo contro la vivisezione in quanto tale. Per abbattere e sconfiggere definitivamente la tortura sugli Animali non servono processi, ma capovolgimenti culturali e consapevolezze individuali e collettive. La vera giustizia per le vittime non umane della vivisezione non è da ricercarsi nei tribunali.

-@-

Lo scorso lunedì 23 giugno si è tenuta la prima udienza del processo contro Green Hill srl.

Sono imputati Bernard Gotti, consulente della Marshall Bioresources e responsabile delle procedure interne dell’allevamento di Montichiari, Ghislane Rondot, che gestiva di fatto Green Hill insieme a Gotti, Roberto Bravi, direttore dell’allevamento, e Renzo Graziosi, il veterinario.   Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Notizie,Notizie dal mondo | Comments (2)

Successiva »