"Auschwitz inizia quando si guarda a un mattatoio e si pensa: sono soltanto animali" Theodor Adorno

Archivio della categoria 'femminismo antispecista'

Porca vacca, e l’immagine sessista pubblicizza anche una mangiata di carne

Pubblicato da Cereal Killer il 27 gennaio, 2014 06:07 PM

Fonte: Unavoceperledonne.it

porca-vacca

La cena è prevista per questa sera e il titolo è eloquente: porca vacca. E l’immagine che la pubblicizza è svilente sia per la donna che per gli animali.
Una faccia di donna sul corpo di mucca e una donna con la faccia di maiale. Tutto in griglia a 15 euro. E il corpo della donna paragonato a quello di carne da macello da mangiare. Continua a leggere »

Blogger PostFacebookLinkedInGoogle GmailYahoo MailWordPressPrintEmailE altro!

Filed in Antispecismo,femminismo antispecista,Notizie | Comments (3)

Un po’ di compassione

Pubblicato da Cereal Killer il 18 gennaio, 2014 04:57 PM

rosa-luxemburg

Rosa Luxemburg in una delle sue ultime lettere scritte dal carcere di Breslavia in attesa di essere uccisa.

Dicembre 1917, lettera dal carcere

“Oh, Sonjušcka, qui ho trovato un forte dolore. Nel cortile dove passeggio arrivano spesso dei carri dell’esercito stracarichi di sacchi o vecchie casacche e camicie militari, spesso con macchie di sangue…., vengono scaricati qui, distribuite nelle celle, rappezzate, poi ricaricate e spedite all’esercito. Recentemente è arrivato uno di questi carri, tirato da bufali invece che da cavalli. Per la prima volta ho visto questi animali da vicino. Sono di costituzione più robusta e massiccia dei nostri buoi, con teste piatte e corna ricurve basse, il cranio quindi è simile a quello delle nostre pecore, sono completamente neri, con grandi, dolci occhi neri. Provengono dalla Romania, sono trofei di guerra… I soldati che guidavano il carro raccontarono che fu molto faticoso catturare questi animali selvaggi e ancor più difficile – essendo abituati alla libertà – usarli come animali da tiro. Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Antispecismo,femminismo antispecista | Comments (5)

Come i secchi nel pozzo

Pubblicato da Cereal Killer il 21 agosto, 2013 10:09 PM

Fonte: DEP (Deportate, Esuli e Profughe)

“Come i secchi nel pozzo”.
Scienza ed etica negli scritti contro la vivisezione delle femministe britanniche (1870-1910)

di Bruna Bianchi

i-quattro-stadi-della-crudelta
“i quattro stadi della crudeltà” di William Hogarth (1751)

Download documento in formato .PDF “Come i secchi nel pozzi” (2 MB)

Filed in femminismo antispecista | Comments (0)

Intervista a Carol Adams: teoria, attivismo, letteratura

Pubblicato da Cereal Killer il 11 giugno, 2013 02:59 PM

tspom

Fonte: www.liberazioni.org/articoli/Liberazioni-n12-primavera.2013-A.Tiengo-IntervistaCarolAdams.pdf

Intervista a Carol Adams: teoria, attivismo, letteratura
di Adele Tiengo

Nella prefazione all’edizione per il decimo anniversario della pubblicazione originale di The Sexual Politics of Meat (TSPOM)(1), riveli di aver riflettuto per 15 anni prima di scrivere il libro. In quella all’edizione per il ventesimo anniversario torni sull’argomento ripercorrendo il percorso di attivismo che ti ha portata a scrivere la tua “teoria impegnata”. Questa lunga attesa è stata dettata da una tua necessità o da quella degli eventuali lettori? Sentivi il bisogno di un maggiore impegno da attivista prima di elaborare una teoria?

Quando nel 1974 ebbi l’idea, scrissi un saggio e l’anno successivo mi venne suggerito di trasformarlo in un libro. Così cominciai a scrivere, ma dopo le prime 200 pagine il risultato risultava molto lineare e piatto. Sembrava che tutto ciò che stavo scrivendo si riducesse a questo: «Ecco qui un esempio; ora eccone un altro: sono connessi!»; oppure: «Guardate, gli uomini sono coloro che combattono le guerre e sono anche coloro che macellano gli animali: qui ci deve essere una connessione!». Sapevo che i miei argomenti, per risultare forti e convincenti, dovevano essere qualcosa di più di una semplice constatazione dell’esistenza di connessioni. Avevo anche bisogno di imparare a scrivere questo tipo di libro. All’inizio, il mio ragionamento suonava pressappoco così: «Mary Shelley ha reso vegetariano il mostro! Non è interessante? E Percy Shelley scrisse A Vindication of Natural Diet, prendendo il titolo da The Vindication of the Rights of Women, scritto dalla madre di Mary Shelley! Dunque, prendiamo in considerazione tutto questo!». Ma sentivo che il tutto era ancora troppo lineare e dualistico. Era come se ci fosse un livello più profondo di queste connessioni, livello a cui dovevo arrivare. Compresi allora che avevo bisogno di più tempo per riflettere seriamente su queste tematiche. Continua a leggere »

Filed in femminismo antispecista | Comments (0)

La debolezza dell’antispecismo debole

Pubblicato da Cereal Killer il 6 giugno, 2013 11:23 AM

antispecismo-sessismo

Fonte: Intersezioni.noblogs.org

Leggevo questo post ed avrei un bel po’ di obiezioni. Secondo Caffo, sarebbe possibile slegare l’antispecismo da tante altre tematiche. Io, invece, credo proprio non sia possibile.

Non è vero che i maiali non fanno la rivoluzione. Gli animali fanno politica eccome. Innanzitutto perché anche gli umani sono animali, e l’antispecismo, mi risulta, è teso all’abbattimento del dominio e della discriminazione basati sulla specie e la categoria sociale di specie; un primo piccolo passo in questa direzione sarebbe riconoscere la nostra stessa animalità, seppur soffocata, taciuta e/o addomesticata, nonché appiattita in un concetto di umano che pretende di omogeneizzare individualità tra loro differenti come il giorno e la notte e spesso materialmente confliggentiContinua a leggere »

Filed in Antispecismo,femminismo antispecista | Comments (1)

Il sessismo (come lo specismo) inesauribile

Pubblicato da Cereal Killer il 8 maggio, 2013 12:45 PM

Fonte: Asinusnovus

di Leonora Pigliucci

La presidente della Camera Laura Boldrini, non senza suscitare un gran vespaio di polemiche tra coloro che gridano all’attacco alla libertà di espressione, ha rilasciato un’intervista a Repubblica in cui solleva la questione della violenza verbale e d’immagine espressa diffusamente su internet e sui social network, e quasi mai soggetta a sanzione.

Si tratta di un fenomeno cui sono testimoni tutti i fruitori del web: è molto facile imbattersi in fotomontaggi e vignette che con l’idea di fare ironia o polemiche politiche veicolano contenuti brutali ed offensivi, e che ricevono una moltiplicazione virale che implicitamente li rende plausibili, nonché spunto per un crescendo di commenti di approvazione carichi di una virulenza spesso anche maggiore di quella di partenza. Complice della degenerazione verbale è la sensazione di anonimato che si ha da dietro lo schermo dei pc e la lontananza fisica dagli spazio “reali” in cui le stesse manifestazioni sono eventualmente punite.  Continua a leggere »

Filed in Antispecismo,femminismo antispecista,Notizie | Comments (0)

The gay animal

Pubblicato da Cereal Killer il 3 aprile, 2013 03:17 PM

Filed in Antispecismo,femminismo antispecista,Notizie,Veganismo | Comments (0)

Lo stupro degli Animali, la macellazione delle donne

Pubblicato da Cereal Killer il 13 dicembre, 2012 12:53 PM



Proponiamo di seguito un frammento del testo di Carol J. Adams tradotto in italiano ma cura della redazione di Liberazioni.

Fonte: www.liberazioni.org/articoli/AdamsCJ-01.pdf

Carol J. Adams

Lo stupro degli animali, la macellazione delle donne

Non è irragionevole supporre che la prima metafora fosse animale.(John Berger, Perchè guardare gli animali?)

Maneggiò il mio seno come se ne stesse facendo una polpetta. (Mary Gordon, Final Payments)

Era impossibile soffermarsi a lungo senza cadere in uno stato d’animo filosofico o sentimentale, senza cominciare a mettere in gioco simboli e metafore, senza udire lo stridio di maiale di tutto l’universo. (Upton Sinclair, La giungla) (1)

Una prospera creatura sessuata  è adagiata accanto al suo drink: indossa solo gli slip di un bikini ed è abbandonata su un’ampia poltrona, con la testa reclinata  in modo seducente  sopra un elegante merletto ricamato.  Un drink invitante con una scorza di limone l’attende sul tavolino. Continua a leggere »

Filed in Animalismo,Antispecismo,femminismo antispecista | Comments (0)

L’ultimo peto della PETA

Pubblicato da Cereal Killer il 9 novembre, 2012 09:56 AM

La PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) nota associazione statunitense animalista ha colpito ancora.
Questa volta con un video ci dice che se si diventa vegani si acquista una maggiore potenza sessuale. Ci mancava proprio questa, grazie.

La lista dei peti della PETA è lunga e variegata, una serie di pubblicità e prese di posizione che oscillano dal cattivo gusto, al sessismo esplicito. Ormai il filone è consolidato: la PETA immagina un mondo di maschi vegani con enormi falli, che ballando inseguono tutto il giorno avvenenti ragazze dai grandi seni e dal cervello inesistente. Quando la smetteranno di propinarci queste visioni machiste, sessiste e in generale stupide che paiono uscire dalle pagine di Caballero, la nota rivista erotica targata anni ’70?

Buona lettura

Fonte: www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/08/mangia-bene-e-vivi-meglio-per-peta-essere-vegani-aumenta-potenza-sessuale/407456/

Peta: essere vegani aumenta la potenza sessuale
Secondo l’associazione animalista una dieta priva di proteine animali può accrescere la virilità degli uomini. L’ultima provocazione all’interno di una querelle infinita
di Puntarella Rossa | 8 novembre 2012

Una nuova pagina dell’infinita contrapposizione tra vegani e “carnivori” è pronta ad essere scritta. Lo spunto viene dall’ultima produzione video della Peta, l’associazione animalista nota anche per le sue campagne-shock di sensibilizzazione (spesso con la collaborazione di affermate star dello spettacolo) e per quelle contro le aziende accusate o sospettate di maltrattare gli animali.  Continua a leggere »

Filed in Animalismo,femminismo antispecista,Notizie,Notizie dal mondo,Veganismo | Comments (0)

Antispecisti di destra? Eh no, compagn*!

Pubblicato da Cereal Killer il 21 settembre, 2012 06:51 PM

Fonte: http://femminismo-a-sud.noblogs.org/post/2012/09/19/antispecisti-di-destra-eh-no-compagn/

Ho appena letto la testimonianza pubblicata su Infoaut dal titolo Provocazioni fasciste al corteo anticaccia a Brescia, che a prescindere dal resoconto dei fatti – sul quale non ho chiaramente nulla da eccepire – mi lascia molto contrariata in quanto a conclusioni.
Ultimamente sento molto spesso parlare di ‘antispecismo e destra’ – mi torna ad esempio subito in mente l’articolo uscito su Left qualche tempo fa dal titolo animalismo nero – e questo è stato peraltro uno dei temi trattati, con estrema serietà, all’ultimo Incontro di Liberazione Animale, tenutosi alla fine di agosto vicino a Torino (il titolo di uno dei workshop era proprio ‘Antispecisti di destra?’, da un ottimo contributo pubblicato dalla Veganzetta e consultabile qui).

Ecco perciò mi sento di dire con una certa tranquillità che spesso, trovandomi in ambiente antispecista, non ci sono stati dubbi riguardo al fatto che non vi sia posto per ‘destrorsi’ nel nascente movimento, siano essi nostalgici fascistoni conclamati o più insidiosi ‘intellettuali’ di quelli che vorrebbero ‘cancellare le obsolete definizioni di destra e sinistra, comunismo e fascismo’ (e guarda caso sono quasi sempre di destra quelli che vogliono ‘dimenticare il passato’ – come ad es. la filosofa Alessandra Colla che, ho da poco con mio stupore scoperto, è tra i redattori della rivista Asinus Novus – cosa questa che mi piacerebbe approfondire, ma questo non è –ancora – né il luogo né il tempo – ma è chiaramente una domanda aperta la mia, in attesa di un sereno confronto in merito). Continua a leggere »

Filed in Antispecismo,femminismo antispecista,Notizie sull'attivismo | Comments (37)

Successiva »